La Nuova Provincia > Attualità > Agrivillage: avanti con la pratica, ma con riserva
Attualità Asti -

Agrivillage: avanti con la pratica, ma con riserva

La nuova amministrazione comunale non ha ritenuto opportuno, per il momento, revocare la richiesta fatta dal precedente sindaco Brignolo e si è quindi dichiarata favorevole al prosieguo del procedimento amministrativo, riservandosi però di esaminare in modo approfondito la proposta. progettuale

Sì è svolta a Torino, nella sede del settore commercio della regione Piemonte, la prima seduta della conferenza di servizi per il riconoscimento della localizzazione commerciale L2 all’iniziativa commerciale “Agrivillage”, in Val Rilate.

Il procedimento scaturisce da una decisione della precedente amministrazione comunale, ad opera del sindaco Brignolo, che aveva appunto richiesto alla regione Piemonte l’attivazione dell’accordo di programma per il riconoscimento della localizzazione commerciale all’area interessata.

All’accordo di programma partecipano la regione Piemonte, la Provincia e il Comune di Asti. Nella seduta del 4 luglio l’Ente comunale era rappresentato dal dirigente del settore urbanistica e attività produttive, appositamente delegato dal neo-sindaco Rasero.

La nuova amministrazione comunale non ha ritenuto opportuno, per il momento, revocare la richiesta fatta dal precedente sindaco Brignolo e si è quindi dichiarata favorevole al prosieguo del procedimento amministrativo, riservandosi però di esaminare in modo approfondito la proposta. progettuale.

Qualora dall’esame della proposta dovessero scaturire aspetti non condivisibili, o necessitanti di ulteriori approfondimenti, la nuova amministrazione comunale chiederà alla regione Piemonte il ritiro della richiesta.

Nel frattempo, la conferenza di servizi è stata riconvocata il 20 luglio ad Asti.

Articolo precedente
Articolo precedente