La Nuova Provincia > Attualità > Asti: a spasso con il cane è obbligatorio lavare l’urina lasciata dall’animale
Attualità Asti -

Asti: a spasso con il cane è obbligatorio lavare l’urina lasciata dall’animale

L'ha deciso il sindaco Maurizio Rasero disponendo un'apposita ordinanza che obbliga i possessori di cani di girare con un kit pulizia

Asti: multe salate a chi non lava l’urina lasciata da fido

E’ stata firmata l’ordinanza n. 5 (16 gennaio 2019) del sindaco di Asti che obbliga tutti i proprietari o custodi di cani a lavare le urine lasciate dagli animali nei luoghi pubblici. Non solo, quindi, raccogliere le ben note deiezioni canine che, purtroppo, si trovano ancora in giro con una certa frequenza e che penalizzano il decoro urbano, ma anche le urine diventano uno scarto che dev’essere rimosso immediatamente. Pena un a multa da 25 a 500 euro. Tale provvedimento, precisano dal Comune, è stato adottato poiché la mancata rimozione delle deiezioni animali e la non pulizia del suolo pubblico, in particolare marciapiedi destinati ai pedoni, aiuole e luoghi destinati alla ricreazione e allo svago dei cittadini, oltre a costituire un atto di maleducazione e di inciviltà, possono comportare rischi per la salute della popolazione, soprattutto per le fasce più esposte.

“Chi è proprietario di un cane, infatti, non è solo responsabile del suo benessere, – si legge in una nota stampa – ma anche del suo comportamento e, pertanto, chi porta a spasso il proprio animale deve evitare che il suolo pubblico venga sporcato munendosi di idonea attrezzatura da esibire su richiesta agli agenti della polizia municipale: paletta e sacchetto per la raccolta delle deiezioni e acqua per il lavaggio delle urine”. E’ questo l’altro aspetto dell’ordinanza: chiunque porti a spasso un cane deve esibire anche il kit per la rimozione di deiezioni e l’acqua per la bonifica dell’urina. Per facilitare la raccolta delle deiezioni si possono utilizzare, gratuitamente, gli appositi cestini posizionati in molte zone della città.

«Le numerose segnalazioni e lamentele pervenute da parte di residenti e turisti in merito ai disagi derivanti dalla presenza di deiezioni su suolo pubblico, nei parchi e nelle aree verdi hanno indotto l’amministrazione ad assumere tale ordinanza ancor più severa rispetto alla precedente – commenta Rasero – Infatti, una città più pulita è una città più bella e più vivibile. Inoltre, rispettare le regole aiuta a far superare ogni forma di intolleranza verso la presenza degli amici a quattro zampe».

r.santagati@lanuovaprovincia.it

11 Commenti

  • giovanna lentini ha detto:

    I possessori di organi riproduttivi maschili,laveranno la propria urina che lasciano contro i muri del centro storico nelle vicinanze di locali-bar-birrerie e pub?

  • Andrea ha detto:

    Bravo sindaco, ad ogni angolo di Asti c’è una pisciata di cane, è una coda intollerabile e schifosa, amo gli animali ma non i padroni maleducati che vanno sanzionati pesantemente. Ci vorrebbero lezioni di educazione civica accelerata

  • BARBARA ha detto:

    Sono proprietaria di un cane e sono d’accordissimo con l’ordinanza perché molto spesso mi sono sentita in imbarazzo di fronte a tanta sporcizia, pur essendo io sempre in regola con la raccolta delle deiezioni del mio cane. Per il solo fatto di essere a spasso con il mio cane spesso mi sento osservata e additata. Chiederei però, se possibile, di aumentare il numero dei cestini, e non solo per le deiezioni canine ma anche per le cartacce. Asti è un po’ carente in questo senso.

  • Laura ha detto:

    Sarebbe bellissimo, signor sindaco, che fossero elevate sanzioni anche a tutti coloro che gettano a terra i mozziconi di sigarette. In Germania oltre ai cestini per i rifiuti, si trovano in strada degli appositi raccoglitori. Inutile dire che le regole vengono rispettate. Se guardiamo le nostre belle vie non possiamo non notare i mozziconi infilati in mezzo ai sanpietrini… è veramente uno schifo…

  • V fabio Massimo ha detto:

    Per il decoro urbano facciamo togliere le auto in sosta nelle zTl dove non ci sono gli stalli, via le auto dai marciapiedi che ingombrano nonostante i cartelli non c’è un vigile che faccio le multe e rimuova le auto. Poi sempre per il decoro urbano è intollerabile che nelle vicinanze delle scuole il parcheggio sia selvaggio e che addirittura si sosti sulle rotonde, ma questo lo puoi fare solo in orario scolastico perché se lo fai alle 10 di mattina sei un delinquente mentre alle 13,20 sei autorizzato. Quando tutto questo sarà risolto allora si potrà pensare alle pisciate dei cani poi ai mozziconi in strada e ai chewing-gum che sono sotto i portici Alfieri. Ma forse il sindaco vede le gocce d’acqua e non il fiume in piena o forse il fiume in piena sono i suoi elettori e non si possono toccare anche se sbagliano vero?

  • Katia Allevi ha detto:

    Tanto per capire, nel caso in cui il mio cane dovesse farla nell’erba, sono esentata dall’annaffiare il prato??? …Al suolo pubblico invece, sarebbe bene che anche l’ASP provvedesse, visto che noi cittadini paghiamo i servizi pubblici attraverso le (care) tasse.

  • Mauro ha detto:

    Sono d’accordo,ma vorrei fossero multati anche i bipedi che urinano sui muri

  • A ha detto:

    E dei fumatori non vogliamo parlare? Sporcano la città con mozziconi in ogni dove. Anche loro andrebbero sanzionati quando sporcano e costretti a portare dietro il posacenere

  • Stefano ha detto:

    E dei fumatori non vogliamo parlare? Sporcano la città con mozziconi in ogni dove. Anche loro andrebbero sanzionati e obbligati a portare dietro il posacenere.

  • betty ha detto:

    Pienamente d’accordo con l’ordinanza del Sindaco! Ma spero che sia fatta vigilanza anche su chi getta di ogni cosa a terra, anche dalla sua auto in corsa o che non si disturba ad alzare il … dalla panchina per usufruire del cestino distante ben 2 metri. Come pure spero sarà imposto di raccogliere, agli ubriaconi, il proprio vomito in occasione di manifestazioni cittadine varie e non solo!

  • Antonio ha detto:

    mi trovo spesso all’ospedale cardinal massaia, nonostante ci siano i cartelli vietato fumare nell’area ospedaliera ho notato che proprio vicino all’ingresso del medesimo ci sono mozziconi di sigaretta e fumatori ovunque.
    come al solito a vederlo siamo solo noi cittadini chi di dovere per far rispettare le leggi si gira dall’altra parte tanto lo stipendio lo prende lo stesso !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente