La Nuova Provincia > Attualità > Asti: l’odissea di via Ecclesia sta per terminare?
Attualità Asti -

Asti: l’odissea di via Ecclesia sta per terminare?

Già nel 2016 l’escussione della fideiussione aveva acceso le speranze di veder realizzata la rotatoria con il cavalcavia Giolitti

Nel 2019 ripartiranno i lavori?

Le ultime notizie su via Ecclesia risalgono a settembre del 2016 quando l’ex amministrazione comunale, guidata dal sindaco Brignolo, aveva confermato l’incasso delle fideiussioni bancarie, pari a 400.000 euro, necessarie a completare la strada e il suo collegamento con il cavalcavia Giolitti.

Ma, dopo 2 anni e mezzo, tutto è rimasto come allora: la rotonda tra il cavalcavia e via Ecclesia non è ancora stata costruita e il nuovo quartiere, nel quale sono stati edificati diversi palazzi, è cresciuto nel numero dei residenti molti dei quali devono fare i conti con i disagi del caso. Uno di loro ha scritto alla nostra redazione per sapere quando verrà effettuato l’allacciamento tra via Ecclesia e il cavalcavia: «Sono infatti diversi anni – ricorda il lettore – che ad Asti si attende il compimento di quest’opera importante, che non comporta grandi spese per il Comune ed è di facile realizzazione».

Le criticità segnalate

Ad oggi la zona ha anche altre criticità come una strada secondaria di via Ecclesia, prima dell’incrocio con strada Gazogeno, non ancora asfaltata e su cui vengono effettuati interventi di rappezzo (l’ultimo a gennaio). Ma è il completamento dell’opera principale, il raccordo sul cavalcavia Giolitti, che aiuterebbe ad alleggerire il traffico pesante lungo corso Venezia. Completare via Ecclesia sarebbe strategico perché insiste sull’unico collegamento sud/ovest che attraversa la città e unisce la zona del Tanaro (via Cuneo, corso Savona e la Boana) con la direttrice per Torino, passando da corso Don Minzoni, piazza e corso Torino.

L’assessore ai lavori pubblici Stefania Morra, interpellata sul caso, conferma l’avvenuta escussione della fideiussione e l’inizio della fase di progettazione delle opere ancora da realizzare. Impossibile, ad oggi, dare tempistiche certe sul completamento dei lavori che comunque rappresentano una delle priorità non solo per i residenti, ma soprattutto per gli automobilisti che ogni giorno devono attraversare la città e, per chi proviene da sud, deve raggiungere la zona dell’ospedale.

r.santagati@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente