La Nuova Provincia > Attualità > Asti: si sono riaccese le luci artistiche in piazza San Secondo
Attualità Asti -

Asti: si sono riaccese le luci artistiche in piazza San Secondo

Riaccese le luci a led sul Municipio e alla Collegiata di San Secondo

Il cuore di Asti si accende

Cambia l’illuminazione nel cuore di Asti grazie alla riattivazione delle luci d’artista sul Municipio e sulla Collegiata di San Secondo. «Si tratta di palazzi e monumenti simbolo della nostra città, – commenta il sindaco Rasero – nella piazza più turistica che abbiamo, quindi ci sembrava doveroso riattivare l’illuminazione per valorizzarli e illuminare maggiormente tutta l’area». La riattivazione delle luci a led è stata fortemente voluta dall’assessore ai lavori pubblici Mario Bovino che sta portando avanti un piano di interventi per migliorare la fruizione degli spazi pubblici da parte di cittadini e turisti.

«Quando ci siamo insediati abbiamo detto che la città doveva riaccendersi, in tutti i sensi, e anche questo è un segnale che abbiamo dato» aggiungono il sindaco e l’assessore. Ma la partita sull’illuminazione pubblica dovrà essere giocata insieme all’Asp nell’ottica di incrementare non solo le luci tra strade e piazza cittadine, ma anche la pulizia delle stesse.

Le richieste all’Asp

«Pochi giorni fa ho incontrato il nuovo CDA dell’Asp – prosegue Rasero – e ho detto chiaramente quali sono le nostre priorità: più illuminazione e pulizia». Piazza Alfieri in primis, ma ci sono anche altre zone poco illuminate, i parchi, e naturalmente molti monumenti che col buio “spariscono” dalla vista dei passanti. «A me non interessa se la legge dice che i nuovi led sono a norma – conclude il sindaco – mi interessa che facciano luce e, se ciò non avviene, mi aspetto che si intervenga per risolvere le criticità».

M’illumino di meno

Venerdì le luci del centro storico saranno però intenzionalmente spente per aderire all’iniziativa “M’illumino di meno” nella Giornata del risparmio energetico e degli Stili di Vita Sostenibili. L’iniziativa, promossa dal programma radiofonico Caterpillar di Radio Rai 2 e ispirata ai contenuti del protocollo di Kyoto (2005), si svolgerà il 23 febbraio e ad Asti interesserà l’illuminazione di alcuni monumenti e palazzi cittadini, dalle ore 18 al giorno successivo. Luci spente, quindi a Palazzo Civico, in piazza San Secondo e alla Torre Rossa, ma anche negli Uffici comunali. L’invito a spegnere l’illuminazione è anche esteso alle scuole. Maggiori informazioni sul sito http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/

Riccardo Santagati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente