La Nuova Provincia > Attualità > Carlin Petrini a Portacomaro per la Comunità Laudato si
Attualità Asti -

Carlin Petrini a Portacomaro per la Comunità Laudato si

Presentato alla "Casa dell'Artista" il progetto La Vigna del Papa, ispirato all'enciclica di Papa Francesco

Carlin Petrini a Portacomaro

Carlin Petrini relatore d’eccezione a Portacomaro d’Asti, per una iniziativa che dà la sensazione di avere prospettive infinite. Tardo pomeriggio ricco di spunti presso la magnifica location “Casa dell’Artista”, ristrutturata in maniera impeccabile, in compagnia del fondatore di Slow Food. Un martedì in cui è stato presentato il progetto della Comunità Laudato si, ispirata all’omonima enciclica di Papa Francesco. L’obiettivo delle comunità è quello di realizzare in maniera tangibile i contenuti dell’enciclica stessa, che si basano su concetti quali le buone pratiche di vita, l’ecologia “integrale” (rivolta quindi non solo all’ambiente ma anche alle persone) e la solidarietà, manifestata attraverso iniziative di sostegno. A Portacomaro d’Asti, da alcuni anni, opera un team di volontari che porta avanti con entusiasmo e impegno proprio questi capisaldi, e che ha da poco completato un progetto. La comunità ha infatti trasformato un gerbido in una vigna di grignolino “sul solco dell’enciclica”, denominata la Vigna del Papa. Ciro Palumbo ha creato l’etichetta. A corollario dell’iniziativa si è sviluppato anche un progetto scientifico a cura della Scuola Enologica di Asti, che ha portato a scoprire lieviti madre autoctoni, ricchezza straordinaria per la bio-diversità.

Carlin Petrini ha sottolineato come la comunità rispetti pienamente tutti i crismi che guidano l’enciclica, il progetto scientifico e, soprattutto, i tanti obiettivi futuri rendono viva e duratura la progettualità della stessa. Proprio per questo il prossimo target, da realizzare in sinergia fra tutte le comunità, è già stato definito: quello di finanziare la riedificazione di un convento distrutto di Amatrice, supportando il progetto dell’Arcivescovo di Rieti Pompili. Un ulteriore step, nel segno di una comunità destinata ad espandersi e a individuare progressivamente tante iniziative tangibili e preziose per un mondo migliore.

d.chicarella@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente