La Nuova Provincia > Attualità > Castelnuovo Don Bosco: il successo della Fiera sta tutto nella qualità dei tartufi
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Castelnuovo Don Bosco: il successo della Fiera sta tutto nella qualità dei tartufi

Lo scorso weekend il più pregiato dei funghi è stato protagonista anche a Castelnuovo don Bosco dove si è svolta la 18esima Fiera Regionale del Tartufo con concorso dei trifulau

Tartufi di qualità alla Fiera di Castelnuovo Don Bosco

Lo scorso weekend il più pregiato dei funghi è stato protagonista anche a Castelnuovo don Bosco dove si è svolta la 18esima Fiera Regionale del Tartufo con concorso dei trifulau e premiazione dei migliori tartufi, seguita dalla tradizionale Fiera commerciale di Sant’Andrea.
Quattro giornate dense di eventi.

Domenica “trifule” e Mercato Alimentare

Domenica si sono concentrati gli appuntamenti principali della manifestazione: alle 9 si è aperta la Fiera del Tartufo e Mercato Alimentare in centro paese che ha registrato una presenza costante e numerosa di visitatori. Alle bancarelle, ottima la proposta di tartufi per quantità e qualità. In tarda mattinata doppia cerimonia: quella che vede premiati i migliori vini selezionati dalla Bottega del Vino di Moncucco Torinese e poi, fra i momenti più attesi, il concorso di tartufi con premiazione dei trifulau.

La classifica dei vincitori

La classifica vede sul podio al primo posto Lorenzo Stroppiana di Piovà Massaia che ha portato un esemplare da 430 grammi, seguito da Peppo Giaretti di Montafia con un tartufo da 273 grammi e Pasquale Ruzza di Moncalvo che ha presentato esemplari in gruppo per un totale di 528 grammi. Fra gli altri partecipanti si posizionano, nell’ordine, Franco Bechis di Castelnuovo don Bosco (328 gr.), Andrea Agagliate di Berzano S. Pietro (198 gr.), Italo Gennaro di Verrua Savoia (163 gr.), Secondo Molino di San Damiano (184 gr.), Dario Pastrone di Chiusano (269 gr.) e Claudio Martelli di Garda (tartufo nero pregiato da 228 gr.).

Ottima affluenza agli stand gastronomici

Ottima affluenza anche agli stand gastronomici a cura delle Pro loco di Castelnuovo, Moransengo, Buttigliera e Moriondo Torinese: «Abbiamo lavorato molto bene e servito circa 500 coperti» ha detto Elisa Conte, presidente della Pro loco di Castelnuovo. Il pomeriggio è trascorso in allegria con la Banda Musicale, il gruppo folkloristico Banda del Cusi di Serravalle e il cantautore Salvoemme, i giochi d’altri tempi per i più piccoli, le esposizioni di moto e mezzi agricoli d’epoca, la dimostrazione dal vivo dell’antica trebbiatura del mais. Iniziative anche venerdì e sabato con la tavola rotonda sul tema “Cultura e turismo fanno economia, la Rete del Romanico nell’Alto Astigiano” presso la Cantina Terre dei Santi e il Gran Galà del Tartufo, cena di raccolta fondi per l’acquisto di un’ambulanza per il Comitato CRI di Castelnuovo e Piovà Massaia. Gli eventi si sono conclusi ieri con la tradizionale Fiera di Sant’Andrea.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente