La Nuova Provincia > Attualità > Che scuola scelgo? La risposta allo stand del liceo
Attualità Asti -

Che scuola scelgo? La risposta allo stand del liceo

Si è concluso il Salone dell’orientamento promosso dalla Provincia e ospitato nel weekend all'Enofila. Centinaia di studenti hanno affollato gli stand di scuole, università e agenzie formative. Per chi ha partecipato, un'occasione per chiarire i dubbi sul proprio futuro

Diverse centinaia di studenti nel weekend hanno affollato gli spazi dell’Enofila per la terza edizione del Salone informativo sull’offerta di istruzione e formazione del territorio organizzato dalla Provincia. E’ stata una “vetrina” per i licei, gli istituti superiori, le agenzie formative e l’università astigiana per far conoscere corsi, materie e laboratori a chi sta finendo un percorso di studio e si trova a dover effettuare una scelta importante per il futuro. Presente anche uno stand dell’Informagiovani del Comune e uno della Provincia per informazioni sul progetto “Energia Giovane”.

C’era poi uno spazio di “espressione” dove gli allievi delle scuole superiori si sono presentati con momenti d’intrattenimento di vario genere tra cui la sfilata di moda delle allieve del Castigliano, lo spettacolo teatrale in lingua inglese degli studenti del Classico e l’esibizione del coro del Liceo Scientifico “Vercelli”. Tra i ragazzi presenti al Salone, Miriana Garbin, alunna dell’ultimo anno della media Parini, ci dice: «Ho visitato lo stand del Liceo Classico, assistito alla video – presentazione della scuola e parlato con un professore e alcuni studenti. Tutto ciò mi è servito a chiarire dubbi e mi ha dato un’idea più approfondita della scuola».

L’esperienza al Salone è stata positiva pure Michela Zecchin, un’altra ragazza che frequenta la terza media alla Parini: «E’ stata una bella occasione per conoscere meglio le proposte delle diverse scuole. Personalmente sono ancora un po’ indecisa su cosa scegliere per l’anno prossimo, non so se iscrivermi al linguistico del Monti oppure al Classico». Mattia Risso, invece, 23 anni, ha un contratto a tempo determinato alla Borsalino di Alessandria, settore spedizioni, ed è qui per avere maggiori informazioni su “Energia Giovane”, il progetto della Provincia di Asti per sostenere idee imprenditoriali degli under 30: «E’ un occasione ottima per dare ai ragazzi la possibilità di realizzare un proprio progetto d’impresa. Credo che questa iniziativa porti molti risultati positivi».

Giacomo Ragazzone è uno studente di terza alla media Brofferio: «Avevo già partecipato ad alcuni incontri informativi nelle scuole superiori e qui al Salone ho avuto da professori e studenti altre informazioni utili per orientare la mia scelta che credo ricadrà o sullo scientifico opzione scienze applicate del Monti oppure sull’istituto tecnico Giobert».
All’esterno dell’Enofila esponenti del Comitato astigiano degli insegnanti e degli studenti hanno distribuito volantini per «difendere la qualità della scuola pubblica e protestare nei confronti delle politiche scolastiche messe in atto dai diversi Governi negli ultimi anni finalizzate al risparmio della spesa pubblica e non al miglioramento dell’offerta formativa».

Bartolo Gabbio

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente