La Nuova Provincia > Attualità > Come funziona AgriTata
Occorre prenotare per telefono
Attualità Asti -

Come funziona AgriTata
Occorre prenotare per telefono

Le AgriTata, rispetto ad un asilo tradizionale, offrono indubbi vantaggi. A cominciare dalla location che non è certo banale, infatti il servizio alla prima infanzia delle AgriTata si svolge

Le AgriTata, rispetto ad un asilo tradizionale, offrono indubbi vantaggi. A cominciare dalla location che non è certo banale, infatti il servizio alla prima infanzia delle AgriTata si svolge esclusivamente presso l’azienda agricola nell’abitazione con  requisiti di civile abitazione. Il principio di base è che ogni bambino segue un progetto pedagogico specifico che porta alla riscoperta della natura, della stagionalità e delle eccellenze della nostra agricoltura.

Naturalmente i bimbi vengono seguiti uno ad uno, intanto perchè nelle aziende agricole vengono accolti esclusivamente i bambini dai 3 mesi ai 3 anni, e poi fino ad un massimo di 5 contemporaneamente a cui si possono aggiungere i figli delle AgriTata. Quest’ultimo aspetto è anche molto significativo che presuppone come le AgriTata accudiscono i figli altrui come i propri. Fra gli aspetti significativi, gli orari: non esistono orari predeterminati ma la disponibilità dell’AgriTata è fino a un massimo di 9 ore quotidiane, per tutti i giorni della settimana (volendo, anche sabato e domenica).

In provincia di Asti attualmente svolgono servizio tre AgriTata (quattro dalla prossima primavera): Laura Ambrosio ad Aramengo, Sabrina Bernardi di Passerano Marmorito, Maria Paola Ceretti di Monastero e prossimamente Maria Francesca Lovisolo di Buttigliera d’Asti.
Per usufruire del servizio i genitori possono contattare la coordinatrice pedagogica della cooperativa Linfa Solidale al numero telefonico: 334/6538866.

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente