La Nuova Provincia > Attualità > Asti e Alba amiche nel nome della “Dolce Valle”
Attualità Asti -

Asti e Alba amiche nel nome della “Dolce Valle”

Il Consorzio dell'Asti Docg ha presentato la nuova kermesse che unirà le due città a fine marzo

Un fine settimana di dolcezza

Asti e Alba finalmente unite nel nome della “dolcezza”. Questo è quanto si propone la prima edizione di “La Dolce Valle”, evento culturale e gastronomico previsto dal 23 al 25 marzo e che coinvolgerà, per l’appunto, le due città amiche-nemiche in un ciclo di iniziative che vedranno protagonisti i tre prodotti dolci per eccellenza di questa terra a sud del Tanaro: nocciole, moscato e miele.

Presente anche il settore dolciaria

Non a caso, ad aver avuto l’idea e a occuparsi dell’organizzazione saranno il Consorzio dell’Asti Docg, il Consorzio Tutela Nocciola Piemonte Igp e l’Associazione Produttori Miele Piemonte. «Il nostro è un progetto ambizioso, che nasce per valorizzare un territorio che vanta prodotti di grande eccellenza – ha spiegato Sergio Miravalle Direttore artistico di La Dolce valle – Allo stesso tempo il nostro proposito è quello di mettere in mostra il “saper fare” al contempo tradizionale e innovativo dei nostri imprenditori e degli artigiani del settore dolciario di Alba e Asti, oltre all’eccezionale qualità di una filiera di materie e prodotti riconosciuta a livello internazionale».

Una festa per le vie della città

Non solo nocciole e moscato, dunque, ma anche cioccolato e l’Asti spumante animeranno, nel primo fine settimana di primavera, i luoghi storici delle due città: Palazzo Michelerio, piazza Roma, palazzo Ottolenghi, palazzo Alfieri ad Asti. Piazza Duomo, il Cortile della Maddalena, Sala Beppe Fenoglio, Piazza Michele Ferrero ad Alba. Questi però sono solo alcuni dei palazzi storici, vie e portici dove avranno luogo le iniziative a tema “dolcezza”. «Questa prima edizione è tutta da costruire. Siamo certi però di avere gli argomenti per presentare al meglio la produzione di Astigiano e Albese. La nostra provincia con i 10 mila ettari di Moscato, Alba con i suoi 20 mila ettari di nocciole» ha commentato Romano Dogliotti (nella foto) Presidente del Consorzio dell’Asti Docg.

Vetrina delle filiere di eccellenza

In occasione della tre giorni dedicata alla dolcezza, che non vuole però presentarsi come una fiera dolciaria ma come una vetrina delle filiere e del tessuto produttivo di una specifica area geografica, è stato realizzato un logo i cui colori ricordano il giallo del Moscato, del miele e il marrone del cioccolato. Il tutto racchiuso in un paio di labbra che diventano bacio, gesto simbolo della manifestazione. Non mancheranno poi momenti di “chiacchiere” dolci con personaggi del mondo del giornalismo e della televisione. Tra gli ospiti illustri è atteso l’attore canellese e figlio di maestri pasticceri Andrea Bosca. I ben informati parlano anche di una quasi certa partecipazione di Benedetta Parodi, anche se gli organizzatori restano in attesa di conferma. Inoltre, sono previsti spazi dedicati alle famiglie con momenti di racconto e gioco.

Lucia Pignari

lucia.pignari@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente