La Nuova Provincia > Attualità > Giorno della Memoria, le iniziative ad Asti
Attualità Asti -

Giorno della Memoria, le iniziative ad Asti

Dalla visita al cimitero ebraico al teatro, sono numerosi gli appuntamenti per commemorare le vittime dell'Olocausto

La ricorrenza

Continuano le iniziative per celebrare il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale che si celebra ogni anno il 27 gennaio per commemorare le vittime dell’Olocausto. Decisa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, si rifà al 27 gennaio 1945, quando le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Ad Asti

Oggi (venerdì), alle 11, si terrà una visita al Cimitero ebraico di via Lamarmora, promossa dal Comune in collaborazione con l’Associazione Italia Israele.
Verrà deposta una corona d’alloro sulla lapide che ricorda il martirio nel campo di concentramento dei coniugi Olga e Leopoldo Jona, con un ricordo della figura di Enrica Jona. Verrà inoltre illustrata la storia del Cimitero ebraico astigiano, dove riposano personalità che ebbero ruoli di primo piano in Italia.
Sempre stamattina, alle 11 allo Spazio Kor di piazza San Giuseppe, circa 150 studenti degli istituti superiori cittadini Monti, Artom e Castigliano incontreranno la scrittrice Anilda Ibrahimi grazie ad una iniziativa promossa dalla Fondazione Giovanni Goria.
Invece stasera, alle 21 nella sede della Pro loco di Frazione Castiglione, si terrà un incontro con Armando Brignolo, giornalista e scrittore, sul tema “Il ricordo ieri e oggi – Commemorare non basta più”.
L’ingresso è libero.
Gli appuntamenti continuano domani (sabato), alle 20.45 al Teatro Alfieri, dove si terrà un evento teatrale dal titolo “Elie Wiesel incontra Anna Frank”. Protagonista la compagnia “I fafiuché di Silvana” con la regia di Lillo Agrò. In questo lavoro teatrale Wiesel (1928 – 2016) – superstite dopo la deportazione nei lager nazisti, scrittore e premio Nobel per la Pace nel 1986 – incontra Anna Frank (1929 – 1945), deportata ebrea protagonista del noto diario autobiografico. Due memorie che s’incontrano e che comunicano ricordi e appelli ad un mondo disattento e distratto. Parteciperà il Coro polifonico Astense. Biglietto: 10 euro. Per informazioni: 349/2566051.
“Otto Frank, padre di Anna”, a cura del regista olandese David de Jongh, è invece il titolo del documentario che sarà proiettato domenica 28 gennaio, alle 17.30 presso lo Spazio Kor di piazza San Giuseppe (ingresso libero).
In apertura interverrà Filippo Rubulotta, segretario generale provinciale Cgil, che propone l’iniziativa con l’Israt (Istituto storico della Resistenza).

In provincia

Per quanto riguarda i paesi della provincia, stasera (venerdì) alle 21 nel salone comunale di Castello di Annone, il Teatro degli Acerbi e l’Israt presenteranno “Triangoli rossi. Voci e memorie della deportazione astigiana. I testi sono a cura di Nicoletta Fasano e Mario Renosio, con Massimo Barbero e Dario Cirelli. Rielaborazione drammaturgica e regia di Dario Cirelli. L’ingresso è libero.
Sempre stasera, ma a Nizza Monferrato, alle 20.30 presso il Foro Boario in piazza Garibaldi, gli studenti della scuola media C.A. Dalla Chiesa porteranno in scena l’annuale spettacolo per la Giornata della Memoria. Ingresso libero.
Invece domani (sabato), alle 16.30 al centro d’incontro in piazza Ivaldi a Bruno, incontro dal titolo “Giornata della memoria… per non dimenticare” con letture, testimonianze e riflessioni. Organizza l’associazione NaturAlma; l’ingresso è libero.
Appuntamento per domani (sabato), alle 15.30 in Municipio, a Mongardino. La ricercatrice dell’Israt Nicoletta Fasano incontrerà gli alunni della scuola primaria e rifletterà con loro sui disegni dei bambini del ghetto di Terezin (Repubblica Ceca), cui i soldati della Gestapo avevano imposto il compito di informare gli abitanti del ghetto che sarebbero stati inclusi nei convogli verso i campi di concentramento. L’incontro è promosso da Comune, Biblioteca Civica, Israt, Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato Resistenza e Costituzione.
Domenica 28 gennaio, alle 15.30, nel salone “Ciriotti” del castello medioevale di Monastero Bormida si terrà un incontro in cui si abbinerà il ricordo dell’Olocausto all’approfondimento di alcuni tratti della figura e dell’opera di Augusto Monti e dell’importante comunità israelitica che visse a Monastero Bormida nei secoli XVII e XIX. La lettura animata sarà preceduta da un approfondimento del prof. Marco Dolermo, intitolato “Augusto Monti e Raffaele Ottolenghi: due voci di un mondo perduto”. L’evento è realizzato dalla Biblioteca Civica “Franco e Carolina Franzetti”. Infine a Canelli l’associazione Memoria Viva organizza per questo fine settimana un calendario ricco di appuntamenti. Questa sera, venerdì, alle 21 il Salone Cassa di Risparmio di Asti ospiterà una serata organizzata con l’istituto comprensivo di Canelli dal titolo “Passaggio di Testimone”, liberamente ispirata al libro “Gli Ultimi Testimoni” di Gianna Menabreaz, ristampato per l’occasione. Domani (sabato), alle 17, sempre nel Salone della CrAsti sarà proiettato il film “The Eichmann Show” di Paul Andrew Williams. L’iniziativa è a cura di Nuovo Cinema Canelli.

e. f.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente