La Nuova Provincia > Attualità > Giovedì Vintage: conto alla rovescia per le cene a tema
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Giovedì Vintage: conto alla rovescia per le cene a tema

Conto alla rovescia per le cene a tema dei "Giovedì Vintage" che si protrarranno sino al 3 maggio

Giovedì Vintage: conto alla rovescia per le cene a tema

Conto alla rovescia per le cene a tema dei “Giovedì Vintage”. La rassegna in programma dal 15 marzo al 3 maggio è pronta, infatti, ad accendere i fornelli per un ciclo di serate dedicate alla buona cucina e ai vitigni autoctoni del Monferrato organizzata dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, insieme all’associazione Albergatori e Ristoratori astigiani e in collaborazione con l’Associazione Barbera&Barbere. «Le aziende vitivinicole che producono vini da vitigni autoctoni – ha spiegato il presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Filippo Mobrici – sono l’espressione di una grande identità che il Consorzio continua a sostenere e promuovere. La ricchezza dei nostri autoctoni dà grandi vini dalla produzione limitata, ma di elevata qualità e versatilità».

Vini pregiati da vitigni autoctoni

Nei 27 ristoranti che hanno aderito all’iniziativa, 30 cantine proporranno Freisa, Ruchè, Albugnano (Nebbiolo), Terre Alfieri (Arneis e Nebbiolo) e Grignolino. Tutti vini pregiati, da vitigni storici, che saranno abbinati a menù speciali che ne esalteranno le caratteristiche. Sono cinque le serate in programma e ognuna è dedicata ad una singola denominazione: 15 marzo il Freisa, 29 marzo il Ruchè, il 5 aprile l’Albugnano, 19 aprile Terre Alfieri e il 3 maggio il Grignolino. In ogni ristorante, gli chef abbineranno alle denominazioni un menù completo, ad un prezzo stabilito e sarà presente un sommelier professionista Fis (Fondazione italiana sommelier) che si occuperà della gestione dei vini e informerà il pubblico su aspetti tecnici, sulle cantine di riferimento e sul territorio di provenienza delle uve.«Abbiamo puntato su vini di alta qualità, non sempre conosciuti, ma che stanno incontrando il gusto dei consumatori e che sono espressione caratteristica del nostro territorio.

Un vero percorso di formazione

I ‘Giovedì Vintage’ sono una delle tappe di un percorso di formazione condiviso col Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato» ha detto il presidente dell’Associazione Barbera&Barbere, Beppe Giordano. Dello stesso avviso tra gli operatori del mondo della ristorazione. «E’ un progetto – ha affermato il presidente dell’Associazione Albergatori e Ristoratori Astigiani, Bruno Violato – in cui abbiamo creduto da subito, nato per valorizzare non solo il nostro territorio del vino, ma per promuovere l’alta qualità della cucina astigiana».

I ristoranti aderenti

I ristoranti astigiani aderenti sono: Osteria del Diavolo (Asti), Ristorante Al Peperone Rosso (fraz. Motta di Costigliole d’Asti), Ristorante Angolo del Beato (Asti), Ristorante Antico Casale (Asti), Ristorante Bandini (Portacomaro d’Asti), Ristorante Cà Vittoria (Tigliole), Ristorante Cento Torri Asti), Ristorante Da Mariuccia (Tigliole), Ristorante Enoteca Dente (Asti), Ristorante Francese (Asti), Ristorante Hotel Genova (Asti), Ristorante I Bologna (Rocchetta Tanaro), Ristorante Il Bagatto (Grazzano Badoglio), Ristorante Il Brillo Parlante (Asti), Ristorante Il Cascinale Nuovo (Isola d’Asti), Ristorante Il Podestà (Asti), Ristorante La Braja (Montemagno), Ristorante La Fioraia (Castello d’Annone), Ristorante La Grotta (Asti), Ristorante Laura’s (Asti), Ristorante Madama Vigna (Baldichieri), Ristorante Nuovo Pic Nic (Asti), Ristorante Reale (Asti), Ristorante Roico sul Lago di Codana (Montiglio), Ristorante San Marco (Canelli), Ristorante Violetta (Calamandrana),Trattoria da Geppe (Castagnole Monferrato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente