La Nuova Provincia > Attualità > Gomme invernali: quali vantaggi rispetto alle catene da neve?
Attualità Asti -

Gomme invernali: quali vantaggi rispetto alle catene da neve?

Quali sono i vantaggi degli pneumatici antineve? Scopriamoli insieme analizzando tutti gli aspetti della scelta

Il 15 novembre si avvicina

Gomme termiche o catene da neve, da tenere nel bagagliaio e montare in caso di strada innevata? Si avvicina la data del 15 novembre, quando scatterà l’obbligo di montare pneumatici invernali sui veicoli in circolazione o di disporre di catene da neve a bordo del mezzo, e si ripresenta dunque il momento di scegliere se, per la stagione fredda, affidarsi agli pneumatici invernali oppure limitarsi a tenere catene a bordo e montarle nel caso ci si trovi a dover viaggiare su una strada coperta di neve.

 

 

Quali sono i vantaggi degli pneumatici antineve? Occorrerà tenerne conto per decidere al meglio. Intanto, mentre le catene da neve consentono di proseguire il viaggio solo per il tempo in cui la neve permane sul manto stradale, le gomme termiche offrono sicurezza e tenuta di strada anche quando il fondo non è più innevato, ma rimane freddo e bagnato. Sono infatti le performance su fondi stradali innevati o ghiacciati il punto di forza degli pneumatici invernali: risultano più affidabili delle gomme tradizionali, così come degli pneumatici quattro stagioni, su asfalto asciutto o bagnato.

I costruttori indicano una temperatura al di sotto dei 7 gradi centigradi per rendere efficaci tale tipo di gomme; ma già sotto i 10 gradi si ottengono importanti vantaggi.

La speciale mescola, con un’elevata presenza di silice, permette alle gomme da neve di scaldarsi velocemente anche a basse temperature. I vantaggi sono rappresentati da migliore tenuta di strada, spazi di frenata ridotti, maggior sicurezza in presenza di acquaplaning.

 

 

La legge prevede l’obbligo di sistemi antisdrucciolevoli solo sulle ruote della trazione, ma è consigliato il montaggio su tutte e quattro le ruote, per una maggiore sicurezza in caso di frenata e nell’evenienza di particolari situazioni di emergenza.

L’obbligo di legge relativo al montaggio di sistemi antisdrucciolevoli per gli pneumatici è rivolto a tutelare la sicurezza sulle strade in caso di improvvise nevicate: viaggiare con gomme estive sulla neve, magari a velocità inadeguate, può provocare lunghe code ma anche tamponamenti e feriti.

 

 

Dunque, sulle strade che prevedono l’obbligo di sistemi “antineve”, opportunamente segnalate da cartelli di indicazione stradale, si correrà il rischio di sanzioni, se ci si farà cogliere non in regola e non attrezzati secondo le normative, oltre al rischio di mettere in pericolo l’incolumità propria e altrui.

Sulle strade al di fuori dei centri abitati, secondo l’articolo 6 del Codice della Strada, è prevista una sanzione a partire da 85 euro (che diventeranno 59,50 se pagati entro cinque giorni); nei centri abitati è prevista una sanzione a partire da 41 euro (articolo 7 e 14 del Codice della Strada), che potranno diventare 28,70 euro se si deciderà di pagare entro cinque giorni. Inoltre, se le condizioni del fondo stradale fossero critiche, potrebbe venire intimata la non prosecuzione del viaggio: se tale intimazione non venisse ottemperata si rischierebbe una sanzione di 85 euro e la decurtazione di tre punti della patente di guida (articolo 192 del Codice della Strada). Per conoscere in modo dettagliato le regole adottate dai vari gestori delle strade (Province, Comuni, società concessionarie di autostrade), un aiuto può giungere dalla consultazione di alcuni siti internet che riportano le ordinanze delle varie zone d’Italia, ad esempio pneumaticisottocontrollo.it e autostrade.it.

info@lanuovaprovincia.it

Un Commento

  • Dino ha detto:

    Le sole gomme invernali non sono sufficienti a garantire una guida in sicurezza. Se la neve dovesse superare i 20 cm. le sole gomme invernali non bastano ma, ci sarebbe bisogno dell’ausilio delle catene ,che è consigliabile avere sempre in auto. In ogni caso la prudenza è sempre la prima cosa da mettere in pratica.
    Dino D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente