La Nuova Provincia > Attualità > Foto alle auto che parcheggiano negli stalli riservati alle fermate del bus
Attualità Asti -

Foto alle auto che parcheggiano negli stalli riservati alle fermate del bus

Personale Asp girerà in città con una fotocamera installata a bordo di un'auto e farà la foto a tutte le vetture parcheggiate negli stalli gialli.

Auto Asp con fotocamera farà foto a chi parcheggia negli stalli gialli

Quegli stalli gialli davanti alle fermate degli autobus cittadini sono spesso una tentazione troppo forte per gli automobilisti indisciplinati alla ricerca di un parcheggio facile e gratuito, così piazzano lì l’auto arrecando gravi disagi alle linee di trasporto pubblico urbano.

L’autobus, infatti, è costreto a fermarsi al centro della strada per far salire e scendere i passeggeri e questo comporta due grandi anomalie: viene meno la sicurezza delle persone che devono spostarsi in centro carreggiata per salire (o che da lì ne scendono) e bloccano il traffico provocando code a chi viaggia detro il bus.

Senza parlare del disagio nel caso in cui sul bus viaggi o debba salire un passeggero disabile.

Niente avviso sul parabrezza, direttamente a casa 85 euro di multa e 2 punti in meno sulla patente

L’Asp, per scoraggiare questa burtta abitudine, con l’avallo dell’amministrazione comunale, intende dotarsi di una telecamera montata su un’autovettura del parco mezzi Asp che fotografa le auto parcheggiate sugli stalli riservati ai bus. Le foto così scattate, con targa dell’auto (o moto, o furgone) verranno poi inviate alla Polizia Municipale per la multa.

L’automobilista indisciplinato non troverà il preavviso sul parabrezza ma riceverà direttamente a casa la sanzione dell’importo di 85 euro e la decurtazione di due punti dalla patente.

Le zone più colpite da questo malcostume sono, nei giorni festivi e prefestivi, quelle di corso Alfieri, piazza Alfieri, piazza Medici, piazza Roma e via Roero.

d.peira@lanuovaprovincia.it

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente