La Nuova Provincia > Attualità > In prima linea a tutela dei cittadini minorenni
Attualità Asti -

In prima linea a tutela dei cittadini minorenni

Ad Asti c’è il “Garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza”: è Saveria Ciprotti

I bambini, più in generale i minori, hanno diritti che nessuno può mettere in discussione e anche il Comune di Asti ha deciso di fare la sua parte per garantire ai più piccoli un’infanzia serena, lontano da ogni genere di violenza, fisica o psicologica che sia. Per fare questo l’Ente, già nel recente passato, ha istituito il “Garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza”, come previsto dalla legge, «per assicurare la piena attuazione e la tutela dei diritti e degli interessi delle persone minorenni». Anche l’amministrazione Rasero ha deciso di proseguire verso questa strada, confermando Saveria Ciprotti garante astigiana per i diritti dell’infanzia.

Ciprotti ha lavorato a lungo a contatto con i più piccoli essendo stata responsabile del Servizio Istruzione del Comune di Asti e la conferma del suo ruolo le dà piena operatività sul campo. Per quanto riguarda i compiti, si va dalla promozione delle politiche a sostegno dell’infanzia alla collaborazione con l’autorità giudiziaria per segnalare situazioni di presunta violazione dei diritti dei minorenni o forme di discriminazione in qualsiasi contesto avvengano.

«Sono onorata e lieta dell’incarico conferitomi pur nella consapevolezza della complessità e delicatezza del ruolo in cui proverò a cimentarmi con serietà e responsabilità – commenta il Garante astigiano – Nella mia attività all’assessorato all’istruzione ho sempre cercato, nella gestione dei servizi, di tenere conto del rispetto dei diritti dei minori nell’ambito educativo. Ora, in questo nuovo ruolo, mi impegnerò a promuovere e tutelare tutti i diritti dei minori collaborando e avvalendomi anche della competenza e professionalità di tutti i soggetti che, ad Asti, operano in questo ambito».

«Nel confermare stima a Saveria Ciprotti per questa nuova responsabilità – ha precisato l’assessore ai servizi sociali Mariangela Cotto – trovo opportuno si dedichi un’attenzione più mirata a una fascia d’età che ci chiede molto e rivela molte zone grigie a genitori e adulti, oltre alle emergenze che dobbiamo saper vedere e aiutare». Chi volesse incontrare il Garante può farlo ogni martedì pomeriggio in Comune fissando un appuntamento al numero 0141.399557.

Riccardo Santagati

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente