La Nuova Provincia > Attualità > La Banca di Asti verso la nomina del suo vice presidente
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

La Banca di Asti verso la nomina del suo vice presidente

Si avvicina il tempo delle nomine alla Cassa di Risparmio e in città cresce la curiosità e si moltiplicano i nomi dei possibili candidati alla vice presidenza

Banca di Asti, venerdì si approva il bilancio

Si avvicina il tempo delle nomine alla Cassa di Risparmio e in città cresce la curiosità e si moltiplicano i nomi dei possibili candidati alla vice presidenza dell’istituto di credito astigiano.
L’assemblea della Banca è stata convovcata per il prossimo 27 aprile con un ordine del giorno nutrito.
Si partirà con l’approvazione del Bilancio 2017, si passerà poi alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione e alla nomina di un vice presidente.
Seguiranno poi altri punti in discussione.

La Fondazione CrAsti propone

La proposta dei nominativi “in ingresso” verrà effettuata da Mario Sacco, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, ente che raggruppa la maggioranza del pacchetto azionario della Banca.
Di nominativi ne erano corsi parecchi nei giorni e nelle settimane scorse sui possibili papabili alla successione di Maurizio Rasero, diventato sindaco, al punto che qualcuno azzardò addirittura delle profezie che oggi potrebbero anche apparire prive di fondamento. Corse il nome di Giorgio Galvagno, poi quello di un esponente della Coldiretti e infine quello di Ercole Zuccaro, già presidente di Pitagora.
Quest’ultimo pare il nome attualmente più accreditato a ricoprire tale carica, anche se la nomina ufficiale avverrà solamente il 27 aprile prossimo, in occasione dell’assemblea.

Galvagno rimane in Biverbanca

Sempre secondo i rumors Giorgio Galvagno dovrebbe essere riconfermato alla vice presidenza della Biverbanca, la cui assemblea avrà luogo il prossimo 24 aprile.
L’assemblea di Pitagora, invece, si terrà il prossimo 23 aprile. Se Zuccaro passerà veramente alla Cassa di Risparmio, la presidenza di Pitagora potrebbe essere affidata a Stefano Sesia, sempre secondo le voci che corrono della città.
Poco più di una settimana e poi i giochi saranno fatti.
f.d.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente