La Nuova Provincia > Attualità > Le giovani leve festeggiano con pony e cavallini
Attualità, Palio Asti -

Le giovani leve festeggiano con pony e cavallini

Nel pomeriggio di martedì, giorno della festa patronale, la piazza è diventata monopolio assoluto dei bambini. E' stata infatti nuovamente proposta un'iniziativa promossa dal Collegio dei Rettori, organo presieduto da Nicoletta Sozio

La piazza monopolio dei più piccoli

Nel pomeriggio di martedì, giorno della festa patronale, ultimata la distribuzione della Minestra dei Poveri, la piazza è diventata monopolio assoluto dei bambini. Anche quest’anno è stata infatti proposta un’iniziativa promossa dal Collegio dei Rettori, organo presieduto da Nicoletta Sozio, allo scopo di coinvolgere e mettere a contatto i più piccoli con il mondo del Palio.

Un contatto approfondito

I bimbi hanno avuto modo di fare conoscenza con i pony e i cavallini della scuola “Asti Sport Equitazione 360 gradi” di Costigliole d’Asti e della Scuderia del Lago di Castelnuovo Don Bosco . Non si è trattato di un contatto superficiale ma piuttosto approfondito. Le leve future del nostro Palio hanno potuto salire in groppa agli animali indossando la casacchina da fantino con i colori del proprio Borgo, Rione o Comune.

Colori e buona partecipazione

L’evento, seppur parzialmente “disturbato” dalle non ideali condizioni climatiche, ha riscosso un buon successo di partecipazione e a partire dalle 14,30 la parte transennata della piazza è stata un susseguirsi di colori. Ennesima dimostrazione che gli sforzi compiuti a favore dell’avvicinamento dei bambini al mondo del Palio non sono mai inutili. Un lavoro che il Collegio dei Rettori aveva sviluppato, fino a qualche anno addietro, con grande impegno, interessando gli istituti scolastici dell’intera provincia ma che poi, purtroppo, è andato in parte scemando.

I giovani più vicini al Palio

Il pomeriggio di festa si è svolto sotto gli occhi attenti dei responsabili di Asti Sport Equitazione 360 gradi e della Scuderia del Lago. Lo scontato auspicio è che le iniziative mirate a far conoscere ai più giovani l’evento paliesco possano in un futuro immediato riprendere e nel tempo intensificarsi sempre più.

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente