La Nuova Provincia > Attualità > Le miniature di Anna Rosa Nicola nel presepe esposto a Vezzolano
Attualità Asti Canelli e sud Moncalvo e Nord Nizza Monferrato -

Le miniature di Anna Rosa Nicola nel presepe esposto a Vezzolano

Successo riconfermato per il grande presepe in mostra alla Canonica di Vezzolano, capofila della manifestazione "Oro, incenso e mirra" che ha unito le esposizioni presepistiche di nove comuni astigiani

A Vezzolano il presepe con le miniature di Anna Rosa

Successo riconfermato per il grande presepe in mostra alla Canonica di Vezzolano, capofila della manifestazione “Oro, incenso e mirra” che ha unito le esposizioni presepistiche di nove comuni astigiani.
L’imponente creazione è opera dell’ingegno e dell’abilità di Anna Rosa Nicola, direttrice del laboratorio Nicola Restauri di Aramengo, che, attraverso un’attenta cura per i dettagli e un raffinato lavoro di miniatura, ogni anno la ingrandisce di nuovi particolari.

Una cornice suggestiva

Così per il settimo anno consecutivo, il presepe di Anna Rosa Nicola è tornato alla Canonica di Vezzolano, che per l’occasione diventa una suggestiva cornice che sa catturare l’atmosfera del Natale. Il presepe non rappresenta una precisa epoca storica, ma anzi mescola frammenti e particolari di periodi diversi a ricreare l’immaginario villaggio della nascita di Gesù.
Oltre alla sezione dedicata alla natività, sono riprodotte le case con i loro abitanti e le botteghe del paese: il salumiere, il pescivendolo, il libraio, l’orologiaio, il materassaio, il chiosco delle caldarroste, la scuola.

Il laboratorio del presepista

Dallo scorso anno, si aggiunge anche il laboratorio del presepista: «Ho voluto inserire anche me stessa all’interno del presepe e proprio mentre sono seduta al tavolo di lavoro» ha detto Anna Rosa che è riuscita a racchiudere una miniatura del presepe all’interno di quello più grande. Molte le novità dell’edizione 2018, come il lavatoio con le donne all’opera, la casa del prete, la panetteria e altre abitazioni. L’ispirazione per nuovi particolari può nascere anche da oggetti rotti e di recupero che, insieme al legno, alle stoffe e ai materiali naturali, costituiscono gli elementi grezzi utilizzati per la costruzione.

Tradizione e creatività

La tradizione del presepe si mescola con la creatività, ma anche con la componente personale. Così il presepe arriva ad ospitare personaggi ed espisodi importanti della vita della presepista che si concede la licenza artistica di collocare se stessa e i propri famigliari nell’ideale villaggio della nascita di Gesù.
«Mio padre, ad esempio, è presente più volte nel presepe e in diverse situazioni della sua e della mia vita come quella della malattia. Anziano e allettato, viene assistito e circondato dall’affetto dei famigliari e dei bambini.

Lezione morale

Quando illustro il presepe ai piccoli, mi piace insegnare loro che i nonni e gli anziani vanno curati e il presepe assume una funzione didattica» spiega Anna Rosa. Il presepe in mostra a Vezzolano arriva oggi ad occupare un’intera stanza della Canonica, comportando una certa fatica per il trasporto delle varie parti dal laboratorio di Aramengo e il loro successivo riassemblaggio. Alcune componenti devono necessariamente essere lasciate indietro, tanto che quest’anno è stata realizzata una seconda installazione, sempre a cura di Anna Rosa Nicola, nei sotterranei del Comune di Aramengo.
Ciò che colpisce maggiormente, quando ci si trova ad ammirare il presepe di Anna Rosa, è l’incredibile attenzione per i più piccoli dettagli che metteno in luce l’abilità e la passione della presepista.

Esposto fino al 3 febbraio

Il presepe che possiamo apprezzare a Natale è frutto della dedizione di un intero anno di lavoro, dell’estro, ma anche del desiderio di riportare alla mente le cose più semplici che sembrano appartenere ad epoche distanti, ma che a Natale appaiono di nuovo più vere. E lo hanno apprezzato i numerosi visitatori che si sono recati a Vezzolano nel mese di dicembre, fino a registrare picchi di 800 ingressi giornalieri e coda fuori dalla Canonica in attesa di entrare. Il presepe di Anna Rosa Nicola è visitabile ancora fino a domenica 3 febbraio, nei weekend e festivi dalle 10 alle 17, nei giorni infrasettimanali su prenotazione. Info: www.lacabalesta.it/ info@lacabalesta.it/ La Cabalesta 0119872463/ infopoint@turismoincollina.it/ Infopoint 3331365812/ annarosa.nicola@nicolarestauri.com/ Chiesa di Santa Maria di Vezzolano 0119920607.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente