La Nuova Provincia > Attualità > Motta: “Un disastro la decisione del Comune sulla Fiera in Campo del Palio”
Attualità Asti -

Motta: “Un disastro la decisione del Comune sulla Fiera in Campo del Palio”

La consigliera del PD attacca l'amministrazione dopo il caos di questa mattina e i tanti ambulanti assenti, ma il sindaco Rasero, ex ambulante, replica: «Non sa quello che dice»

Ad Asti parcheggi off -limits per Fiera e Luna Park

Sono bastate poche ore di mercato straordinario, anticipato di un giorno a causa della festività del 1^ Maggio, per dare fuoco alle polveri ad una nuova querelle sulla viabilità e sui parcheggi in centro. Oggi si apre il Luna Park, sabato toccherà alla Fiera di San Secondo, allestita in piazza del Palio a ridosso delle giostre. Una scelta, voluta dall’amministrazione comunale, che ha di fatto ridotto la possibilità di parcheggiare a ridosso del centro storico, nei pressi della stazione (il problema riguarda specialmente i pendolari) e, per quanto riguarda oggi, davanti al mercato. Quest’ultimo sarà allestito anche nei giorni di sabato e mercoledì prossimo, quando ci si aspetta analoghe criticità.

La consigliera Motta lo definisce un “disastro”

«La decisione del Comune di allestire la Fiera di San Secondo in Campo del Palio si sta rivelando un disastro». Angela Motta, capogruppo d in Consiglio Comunale dopo il sopralluogo di questa mattina in centro, non usa mezzi termini: «Aver sottratto centinaia di parcheggi sulla piazza si è rivelata una scelta penalizzante per i pendolari e rischia di creare un danno concreto ai venditori ambulanti, i cui clienti non possono avvicinarsi con l’auto all’area di vendita perché gli stalli sono per grandissima parte occupati dalla Fiera e dal Luna Park». Sconsolante, a detta della consigliera, la situazione di questa mattina tra piazza del Palio e piazza Alfieri: «Moltissimi ambulanti, sia di piazza Alfieri che di Campo del Palio – segnala Motta – hanno rinunciato al mercato. Quelli presenti hanno lavorato col timore di fare pochi affari. Risultato: stalli vuoti al posto delle bancarelle e automobilisti che giravano a vuoto intorno alle piazze, nelle quali le poche possibilità di parcheggio non sono state sfruttate. Insomma una confusione generale. E poi una tristezza vedere i mercati così, sia per gli astigiani che per i turisti».

Quali parcheggi utilizzare?

«In questi giorni – continua la consigliera del PD – molti pendolari hanno scelto di parcheggiare, anziché nei posteggi indicati dal Comune (area ex Way-Assauto e piazza De André per citarne due), nei corsi Cavallotti e alla Vittoria, più vicini alla stazione ferroviaria. Impossibile, per chi vuole fare acquisti nei negozi di queste zone, trovare un posto libero durante il giorno. C’è da chiedersi che controllo ha della situazione il Comune. La nostra impressione è nessuna. Vedremo cosa succederà a partire dal 4 maggio, quando sarà inaugurata la Fiera e molti degli astigiani che ora sono fuori città per il ponte ricominceranno a usare la macchina. Ci aspettiamo di vedere – dice la capogruppo PD – quale piano metterà in campo il Comune, al quale chiediamo se, per venire incontro ai pendolari e scongiurare, in generale, l’uso dell’auto, sia per caso stato previsto con l’Asp un potenziamento dei mezzi pubblici. A chi invece vorrà o dovrà usare l’auto verrà concesso l’uso di parcheggi agevolati o gratuiti a tempo, in centro, come è stato fatto nel periodo natalizio?»

Intanto le preoccupazioni dei venditori ambulanti di Campo del Palio su un calo drastico del lavoro sono state al centro dell’interrogazione urgente presentata dal Gruppo PD (primo firmatario Luciano Sutera Sardo) al sindaco e all’assessore competente. Della questione si è parlato ieri in Consiglio comunale. «Insoddisfacente la risposta – continua Motta – In pratica non si farà nulla per cambiare le cose. Resta la speranza del Comune che la Fiera possa avere molti visitatori per compensare anche i mancati introiti degli ambulanti. La stessa risposta data in occasione del mercatino di Natale in via Cavour (quando a lamentarsi erano stati i negozianti della zona) che, come tutti ricordano, è stato un flop».

Rasero replica: «Motta pensi a far bene il suo lavoro in Regione»

Molto pepata la replica del sindaco di Asti Maurizio Rasero che rimanda al mittente le critiche di Angela Motta e lo fa ricordando di essere stato per 16 anni ambulante e di essere nato in una famiglia di ambulanti. «Gli ambulanti non hanno rinunciato al mercato, ma avendolo anticipato di un giorno, a causa del 1^ Maggio, erano già impegnati in altre piazze di altre città e quindi, comprensibilmente, non sono venuti ad Asti. Motta parla di cose che non conosce ed è in campagna elettorale; le consiglio di pensare a fare bene il suo lavoro da vice presidente del Consiglio regionale dove, invece, è stata molto latitante sulla partita della Sanità e degli ex immobili Asl. Per fortuna, tra un mese, i cittadini manderanno a casa l’amministrazione regionale del suo partito e finalmente le cose cambieranno».

Diversamente, sulla mancanza di parcheggi, Rasero replica: «E’ logico che daremo un disagio per alcuni giorni, ma soprattutto il mercoledì quando, oltre al mercato, c’è maggior movimento di pendolari. Il sabato il problema sarà meno sentito e, quando non c’è il mercato, rimangono 500 parcheggi a disposizione. Faccio presente alla consigliera Motta che abbiamo deciso di spostare la Fiera in piazza del Palio per rilanciarla dopo che l’amministrazione precedente, con i colori del suo stesso partito, l’aveva affondata con due disastrose edizioni. Nessuno avrebbe organizzato la Fiera se fosse rimasta altrove, quindi l’unica soluzione era quella di riportarla in piazza del Palio.  La nostra è un’operazione volta a rilanciare la città, e la Fiera, rispetto a come l’abbiamo trovata».

r.santagati@lanuovaprovincia.it

4 Commenti

  • Gian Mario Cogno ha detto:

    Ma la fiera coperta non poteva essere allestita al pilone in piazza d’armi senza creare ulteriore disagio in centro e soprattutto senza sottrarre preziosi parcheggi in campo del palio che a rompere le palle lì già bastano le giostre????

  • Barbara ha detto:

    ……Consigliere Motta…..VERGOGNA….pur di dar contro alla fazione opposta, critica e denigra a priori un cambiamento che speriamo serva a dar vita al nostro centro urbano che ormai è diventato triste….e vuoto.
    Ha fatto bene questa giunta a provare con la fiera in centro …..per loro meno loro ci provano a migliorare…VOI? Ahhhh…. si ….anche voi ci provate…..A CRITICARE…

  • andrea ha detto:

    Ben venga la fiera di Asti, sono favorevole come cittadino. Quello della Motta mi sembra un attacco fazioso e qualunquista, come la sua fazione politica del resto. Ricordo solo che il suo partito voleva rivoluzionare completamente Campo del Palio, costruendo un piano rialzato o sciocchezze di questo genere che non solo avrebbero paralizzato la viabilità e i parcheggi per mesi e mesi, ma sarebbero anche state un pugno nell’occhio e una rovina di questa splendida piazza. Detto questo, ricordo al sindaco che ci sono ben altri problemi da affrontare ad Asti che vengono ben prima della fiera e per i quali non vi è stato alcun miglioramento dalla giunta precedente. E vanno dalla pulizia generale della città, ai mancati controlli sui parcheggi selvaggi da parte degli automobilisti in tutte le ore e in tutte le vie periferiche (serali comprese), allo stato disastroso dei parchi dove solo erbaccia e spacciatori crescono come i funghi. Negli ultimi giorni ho notato inoltre che i cassonetti della spazzatura sono stati sostituti con altri con il bocchettone stretto dove è impossibile inserire un sacco completo, e infatti i sacchi si stanno accumulando sulla strada!! Inoltre la segnaletica è spesso indecente sulle strade. Questi sono solo i principali problemi, ma il modello deve essere Alba. Infine: ma cosa fa l’opposizione?

  • alex ha detto:

    A mio parere la scelta di concentrare tutto in piazza del Palio risulta sbagliata. Ieri mattina dovevo andare in centro ed essendo di fuori Asti devo per forza utilizzare l’auto. In piazza del Palio verso le 10 ho dovuto girare a vuoto per 20 minuti per trovare un parcheggio. I pochi posti disponibili erano gia’ occupati in prevalenza da chi dovra’ operare in fiera (anche se ancora chiusa) e dalle giostre ( a quell’ora chiuse) . Credo che non ci voglia un genio a immaginare cosa succedra’ con l’apertura di fiera e giostre quando si blocchera’ il traffico in Piazza del Palio e, a cascata, ingorghi in tutta la citta’…….vedremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente