La Nuova Provincia > Attualità > Palio di Asti, Alba chiede ufficialmente di prendervi parte
Attualità, Palio Asti -

Palio di Asti, Alba chiede ufficialmente di prendervi parte

Conferito al Primo Cittadino astigiano da parte del presidente della Giostra albese, che raggruppa nove Borghi cittadini, il titolo di «Amico di Alba».

“Amico di Alba”

Un incontro tra Podestà, ad Alba, in Piazza Duomo. Un’alleanza che va sviluppandosi. Nel pomeriggio di ieri, sabato, il Sindaco di Asti Maurizio Rasero, in elegantissimo abito medievale, è stato accolto nella città capoluogo delle Langhe da un altrettanto elegante e prestigioso personaggio, l’europarlamentare  Alberto Cirio, lui pure in abbigliamento d’epoca. Occasione dell’incontro il conferimento al Primo Cittadino astigiano da parte del presidente della Giostra albese, che raggruppa nove Borghi cittadini, del titolo di «Amico di Alba».

La richiesta e la risposta

L’europarlamentare nella circostanza ha presentato richiesta ufficiale al Sindaco di Asti di partecipare al nostro Palio. Rasero, ha preso atto: «Attendo di ricevere la lettera ufficiale. Ovvio che ad una richiesta ufficiale dovrà far seguito una risposta ufficiale. Il Palio è una cosa seria.»

La proposta di partecipazione di Alba verrà valutata nell’adeguata sede, poiché non sta al Sindaco Rasero decidere ma al Consiglio del Palio. Il massimo esponente dell’Amministrazione Comunale astigiana ha però fatto intendere che si tratta di un’occasione che meriterebbe di essere presa in considerazione ed eventualmente colta.

Progetti comuni e Atl unica

I due podestà, Rasero e Cirio, sotto gli occhi del Sindaco di Alba Marello e accompagnati da evoluzioni di bandiere e suoni di chiarine, hanno quindi compiuto un ulteriore passo verso il riavvicinamento delle due città, storicamente divise, nei secoli, da una fiera rivalità. Bando alle contrapposizioni pertanto e avanti con lo sviluppo di un progetto forte, di recente rafforzato e sancito dall’ormai imminente nascita di un’Atl unica.

Splendidi paesaggi, prodotti della terra (tartufo), vini: sono soltanto alcune caratteristiche comuni tra i due importanti centri, le cui colline sono diventate patrimonio Mondiale dell’Umanità (Unesco). Ora un aspetto in più potrebbe (il condizionale ovviamente resta d’obbligo) avvicinare Asti e Alba: il Palio. E’ grande la curiosità nell’attesa di conoscere quelli che saranno gli sviluppi futuri di questa neonata “alleanza”.

Massimo Elia

 

 

 

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente