La Nuova Provincia > Attualità > “Penne Nere” in città per ricordare la Tridentina
Attualità Asti -

“Penne Nere” in città per ricordare la Tridentina

La giornata di commemorazione avrà inizio alle 17 in piazza Cattedrale con la partenza della sfilata

Oggi pomeriggio Alpini in città per la Tridentina

Oggi pomeriggio, sabato, Asti torna a rendere onore agli alpini. Questa volta non si tratta dell’Adunata nazionale, ma lo spirito che si respira è lo stesso e, ancora una volta, le vie centrali della città saranno percorse da una sfilata caratterizzata dai cappelli con le inconfondibili penne nere.

I ragazzi di allora

Si ricordano le migliaia di “allora” ragazzi che fra l’ottobre del 1941 e il luglio del 1942 popolarono la città e il primo contado di Asti per affinare le esercitazioni in vista della partenza per la drammatica Campagna di Russia.
Circa 4 mila alpini, tutti appartenenti alla Divisione Tridentina che aveva accampati nell’Astigiano i suoi Alti Comandi e i reparti più importanti.
Nove mesi in cui i militari si prepararono ad una delle prove più difficili di tutti i tempi, per l’esercito italiano. Ma anche un periodo di serenità e di calma prima della tempesta russa.
Gli alpini della Tridentina sono gli stessi che, seppur stremati, riuscirono a sfondare lo sbarramento russo a Nikolajewka, mostrando uno sforzo sovrumano ed epico. Molti di quei ragazzi, annientati dai combattimenti durissimi, portarono nel cuore le belle amicizie e gli amori sbocciati in quei nove mesi prima della partenza con 12 tradotte proprio dalla stazione di Asti.

Il programma della giornata

La giornata di commemorazione avrà inizio alle 17 in piazza Cattedrale con la partenza della sfilata che percorrerà corso Alfieri, via Cavour e arriverà in piazza Marconi dove, alla stazione ferroviaria, nella sala d’attesa, verrà scoperta una targa commemorativa della partenza dei “tridentini”, donata dal Rotary Club di Asti.
Previsti interventi istituzionali prima della ripresa del corteo, intorno alle 18,15 verso piazza San Secondo dove si terrà un mini concerto della Fanfara degli Alpini. Mezz’ora dopo nuovo troncone di sfilata verso il monumento all’Alpino in piazza Libertà con deposizione di una corona di alloro e l’onore ai Caduti.

“Alpini in Russia” all’Alfieri

La giornata di ricordo della Tridentina riprenderà alle 21 al Teatro Alfieri con uno spettacolo molto particolare ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Si tratta di “Alpini in Russia: storia, musica e grande letteratura”, un’opera rievocativa della drammatica vicenda del Corpo di spedizione alpino in Russia costruita sul racconto di tre “soldati ragazzi”: Mario Rigoni Stern, sergente del Vestone, Giulio Bedeschi sottotenente medico della Julia e Nuto Revelli, sottotenente del Tirano che vissero l’intera vicenda da protagonisti della quale poi, al loro rientro in Italia, scrissero pagine memorabili.
La lettura dei testi è affidata agli attori dell’Alfatre Gruppo Teatro con l’accompagnamento musicale dell’Orchestra Fiati Giovanni XXIII. La composizione musicale è a cura di Damiano D’Ambrosio, la selezione e cura dei testi di Pier Giorgio Longo mentre direttore artistico dell’intero progetto è Antonio Zizzamia.
Sarà anche disponibile il libro “La Tridentina in Piemonte: dalla permanenza tra le genti del Torinese e dell’Astigiano alla tragica ritirata di Russia” di Franco Voghera.

Daniela Peira

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente