La Nuova Provincia > Attualità > «Perché chiudere i nidi comunali alla Carolingia?»
Attualità Asti -

«Perché chiudere i nidi comunali alla Carolingia?»

La consigliera di minoranza Quaglia critica il sindaco per la decisione presa

Asili nido chiusi per fiera

Anche gli asili nido del Comune saranno chiusi mercoledì 2 maggio in occasione della Fiera Carolingia. Lo dispone l’ordinanza 22 del 9 aprile firmata dal sindaco Rasero che sospende le attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie, compresi i nidi comunali. La decisione è dovuta all’incremento di traffico per l’afflusso di gente richiamata dalla Fiera e per la modifica della viabilità in centro. Una scelta, quella di chiudere anche i nidi, che viene contestata in un’interpellanza dalla consigliera Angela Quaglia (CambiAMO Asti).

«Non tutte le famiglie dispongono di nonni o babysitter per accudire i bambini – spiega Quaglia – e la chiusura potrebbe portare gravi disservizi nell’organizzazione familiare dei piccoli alunni. C’è anche un altro aspetto non meno importante. Di solito il personale dei nidi comunali va in ferie d’estate e ha solo pochi giorni liberi durante l’anno scolastico. La chiusura dei nidi li obbligherà a prendere un giorno di ferie forzato». «Abbiamo semplicemente rifatto l’ordinanza degli altri anni» replica Rasero. Intanto, da calendario regionale, le scuole saranno chiuse anche lunedì 30 aprile (ponte) e martedì 1° maggio, ad Asti giorno dedicato alla festa di San Secondo.

r.s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente