La Nuova Provincia > Attualità > Rinascono le circoscrizioni di Asti
Attualità Asti -

Rinascono le circoscrizioni di Asti

Le frazioni avranno il portafoglio. Un capitolo di bilancio per gli interventi voluti dalle nuove circoscrizioni

 Con gli ultimi ritocchi condivisi in maniera “bipartisan” in commissione, il regolamento che fa rinascere le circoscrizioni frazionali di Asti è pronto per essere discusso in Consiglio comunale.

La novità più significativa introdotta ieri è un articolo che impegna il Comune di Asti a prevedere nel bilancio di previsione un capitolo di spesa in parte corrente e una scheda in parte straordinaria, per realizzare gli interventi voluti dai nuovi “comitati di frazione”.

“La norma è importante perché garantisce che i comitati non abbiano solo potere consultivo ma anche un fondo che il Comune dovrà spendere secondo le loro indicazioni” spiega il sindaco Fabrizio Brignolo.

“In questi anni stiamo facendo moltissimi interventi nelle razioni e li abbiamo decisi consultando la popolazione in numerosi incontri nelle varie ventine: con il nuovo regolamento in ogni terrritorio ci sarà un consiglio regolarmente eletto che sarà pienamente titolato a scegliere gli interventi necessari” aggiunge Brignolo.

La commissione ha infine ratificato i nuovi confini decisi dai volontari del territorio nelle riunioni svoltesi nei giorni scorsi.

Ogni comitato potrà decidere quanti componenti avrà il consiglio, da un minimo di tre a un massimo di sette. Non saranno ammesse liste ma verranno eletti i candidati che prenderanno il maggior numero di voti individuali, in modo che l’elezione abbbia al centro le persone candidate e non le formazioni politiche di appartenenza.

Il Consiglio che dovrebbe approvare il regolamento potrebbe essere convocato per fine mese.

Articolo precedente
Articolo precedente