La Nuova Provincia > Attualità > Sbandieratori e Musici “Over 40”: presentato il memorial Pierluigi Berta
Attualità, Palio Asti -

Sbandieratori e Musici “Over 40”: presentato il memorial Pierluigi Berta

La manifestazione, organizzata dal gruppo Militia Insignibus Civitatis Astensis, andrà in scena nel pomeriggio di domenica 5 maggio in Piazza San Secondo. Saranno cinque i gruppi partecipanti

Primo Trofeo “Città di Asti”

Ufficialmente presentato in Comune, presenti il Sindaco Rasero ed il dirigente Porro, il primo trofeo “Città di Asti” – Memorial “Pierluigi Berta”, manifestazione che vedrà sfidarsi Sbandieratori e Musici “over 40” e che andrà in scena nel pomeriggio di domenica 5 maggio in Piazza San Secondo.

Organizzazione

A curare l’organizzazione è il gruppo locale Militia Insignibus Civitatis Astensis, con il patrocinio del Comune. Alla manifestazione prenderanno parte cinque gruppi: il Rione Verde del Palio del Niballo di Faenza, il Gruppo Storico Sbandieratori e Balestrieri “Città di Volterra”, Sbandieratori e Musici “Principi di Acaja Fossano”, Sbandieratori e Musici “Città di Alba” e il locale Gruppo organizzatore, rappresentato nell’evento di presentazione da due suoi esponenti: Daniele Cioffi e Rolando Doglione.

Cioffi e Doglione

Nei loro interventi Cioffi e Doglione hanno sottolineato l’importanza, il significato e l’attaccamento al mondo della bandiera, quest’ultima da intendersi quale elemento imprescindibile e rappresentativo in tutte le principali manifestazioni, siano esse competitive oppure no. «In qualunque situazione o evento c’è sempre una bandiera – hanno detto Cioffi e Doglione – perchè in essa tutti noi ci riconosciamo. La bandiera è da sempre da intendersi quale simbolo di libertà.».

Il programma

Il programma di domenica 5 prevede alle 14,45 il ritrovo dei partecipanti in Piazza Roma. Sfilata a seguire in Corso Alfieri per raggiungere la Piazza del Santo, dove alle 15 avrà luogo la cerimonia inaugurale. Un quarto d’ora dopo prenderanno il via le gare.

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente