La Nuova Provincia > Attualità > Scoprire le bellezze di Langhe e Monferrato in sella ad un cavallo
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Scoprire le bellezze di Langhe e Monferrato in sella ad un cavallo

Il 2018 sarà l'anno del Monferrato grazie all'accordo siglato al Vinitaly tra il Consorzio Europea delle Ipostrade, il Consorzio Turistico Sistema Monferrato e il supporto di Agriturist.

Alla scoperta di Langhe e Monferrato a cavallo

Raddoppiano in cinque anni i cavalli italiani – oggi a 420mila esemplari – e vola l’equiturismo, con un numero crescente di agriturismi e strutture specializzate nel trekking equestre, specie in Toscana, Veneto e Lombardia. Il 2018 sarà l’anno del Monferrato grazie all’accordo siglato al Vinitaly tra il Consorzio Europea delle Ipostrade, il Consorzio Turistico Sistema Monferrato e il supporto di Agriturist, storica associazione di Confagricoltura dedicata all’attività agrituristica.

Ritorno al passato

E’ un ritorno al passato quello della campagna italiana, che si scopre sempre più a cavallo secondo due indagini elaborate da Ciset (Centro internazionale di studi sull’economia turistica) che evidenziano che il settore è trainato da nuovi appassionati non esperti, che considerano il cavallo anche un vettore per il trekking alla scoperta di paesaggi e dell’enogastronomia locale. Tre
cavalieri su quattro sono infatti ‘non esperti’ o ‘alle prime armi’, prediligono passeggiate in sicurezza, semplici e suggestive e magari con qualche fermata per eventi o degustazioni. Per la sua attività il turista a cavallo spende in media 55 euro al giorno, a cui si aggiungono i costi di altri servizi come la ristorazione e l’alloggio.

55 euro al giorno

<<Il turismo equestre è un motore anche per la diversificazione dell’impresa agricola così come dell’offerta turistica – così Andrea Cerrato Presidente di Sistema Monferrato – e della valorizzazione e la promozione del territorio. “Il Ministero ha definito il 2018 come l’Anno del Cibo e il 2019 come l’anno del Turismo Slow, scoprire a cavallo le colline di Langhe-Roero e Monferrato, le sue cantine e gli agriturismi sarà un’emozione e un’esperienza unica. Sistema Monferrato è il partner di riferimento unico per tutto il Piemonte, sia per la promozione che per la commercializzazione delle esperienze a cavallo proposte a livello europeo>>.

Maneggi del Monferrato

<<Anche in Monferrato, grazie al nuovo accordo, saranno individuati itinerari turistici equestri su anelli brevi, con partenza e arrivo nello stesso maneggio, della durata di alcune ore, giornaliera, fino ad un massimo di 2/3/4 giornate. Facilmente accessibili, poco distanti dai centri abitati, non presentano particolari difficoltà né richiedono un particolare allenamento sportivo, percorribili in assoluta sicurezza, grazie alla presenza indispensabile e obbligatoria di guide esperte del territorio>> così Lorenzo Costa Presidente del Consorzio Europeo delle Ippostrade.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Un Commento

  • anna scarrione ha detto:

    L’equitazione è uno sport perfetto perché si scopre la natura, fa bene ed è il più antico del mondo.
    Inoltre il cavallo è un animale completo, si entra in sintonia con amore e rispetto reciproco.
    Gli indiani avevano un’infinita adorazione, era come un fratello ed un compagno che li salvava nelle battaglie più feroci. Erano la loro sopravvivenza. Ce lo insegna anche la storia con altri personaggi famosi.
    Parola di amazzone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente