La Nuova Provincia > Attualità > Settanta nuovi posti di lavoro alla Banca di Asti
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Settanta nuovi posti di lavoro alla Banca di Asti

Settanta nuovi posti di lavoro alla Banca di Asti consentite grazie alla solidità economica e patrimoniale dell'istituto

Nuovi posti di lavoro alla Banca di Asti

Nuove assunzioni alla banca di Asti. In effetti l’istituto di credito astigiano si conferma una banca solida e in buona salute.
La notizia delle nuove assunzioni segue di pochi giorni quella relativa all’approvazione del bilancio che ha prodotto nel 2017 un utile, a livello di Gruppo bancario, di 32,8 milioni di euro, con un incremento del 35% rispetto all’anno precedente.

70 nuove assunzioni

La solida situazione patrimoniale ed economica consente di offrire una concreta opportunità di lavoro a giovani dei territori dove opera il gruppo bancario, opportunità che si perfezionerà per la maggior parte nel corso dell’anno.
Sono attese 70 nuove assunzioni.

Selezioni per le filiali della Lombardia

Si è conclusa intanto nei giorni scorsi una prima raccolta delle candidature per la selezione finalizzata all’inserimento di giovani nelle filiali della Lombardia. Gli sportelli presenti oggi in questa regione sono 23, a seguito delle recenti nuove aperture: negli ultimi 2 anni sono state aperte filiali ad Abbiategrasso, Busto Arsizio, Legnano, Brescia, Milano, Bergamo e Pavia.

Accedere al fondo esuberi

L’accordo che consente il nuovo piano di assunzioni, siglato con le Organizzazioni Sindacali, prevede inoltre che il personale che ha visto allontanarsi i tempi per il pensionamento dalla legge Fornero possa accedere volontariamente al Fondo Esuberi.
Questo consentirà a coloro che hanno già maturato o che matureranno i requisiti pensionistici dal 1 luglio 2018 al 31 dicembre 2022, di accedere al Fondo di Solidarietà del Credito, anticipando di fatto la pensione e mantenendo i benefici previsti per i dipendenti fino alla scadenza naturale.

Soddisfazione per l’accordo

Amedeo Falletto, Direttore Risorse afferma: “Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto al termine della trattativa con le organizzazioni sindacali che si sono dimostrate, anche in questa occasione, capaci di affrontare i nuovi scenari di mercato con competenza e responsabilità”.

“La nuova selezione fa parte del piano di sviluppo delle Banche del Gruppo, Banca di Asti e Biver Banca.
I nuovi talenti lavoreranno presso la nostra rete territoriale al servizio dei clienti attuali e futuri,” dichiara Carlo Demartini, Direttore Generale e Amministratore Delegato di Banca di Asti.

Anche il presidente Aldo Pia manifesta la propria soddisfazione per la crescita delle banche del Gruppo: “Sono stati anni di grande impegno e di forti cambiamenti: i risultati ci riempiono di orgoglio.”

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Un Commento

  • Silvano ha detto:

    Immagine molto bella e certamente economicamente vantaggiosa per l’azienda al contro di servizi al cliente sempre più ridotti e costosi a fronte dello slogan “UNA BACA PIENA DI PIÙ “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente