La Nuova Provincia > Attualità > Tanto pubblico alla 40esima Festa della Barbera di Castagnole Lanze
Attualità Costigliole - San Damiano -

Tanto pubblico alla 40esima Festa della Barbera di Castagnole Lanze

Conferma di successo per la storica manifestazione proposta nel fine settimana, tra degustazioni nel centro storico, musica e spettacoli, il libro sui 40 anni della festa, mostre e tante iniziative

Speciale compleanno

Una grande festa per le 40 candeline della manifestazione in omaggio alla Barbera di Castagnole Lanze allestita nello scorso fine settimana da Comune e Pro Loco. Il programma 2018 della “Festa della Barbera – Di cortile in cortile” è stato salutato da grande interesse e grande partecipazione di pubblico. A partire dagli appuntamenti che hanno anticipato il lungo weekend di festa, fino alla serata di sabato scorso e la giornata di domenica, in cui protagonisti sono stati le degustazioni di vini e il percorso enogastronomico tra gli angoli più suggestivi del centro storico castagnolese.

Profumi e sapori nei cortili

Si è rinnovata con grande successo la rassegna “Di cortile in cortile”, che ha visto appunto cortili privati e spazi pubblici del paese aprirsi ai visitatori per servire loro i migliori piatti della tradizione gastronomica di casa e della zona e i vini dei produttori locali. Numeroso il pubblico nella serata di sabato e nella giornata di domenica, che ha gustato i piatti e i vini e girato per il borgo, dai portici “color del vino” alla Torre panoramica, tra musica e spettacolo in un’aria di assoluta festa.

Menu storico del 1979

La “cena del quarantennale” allestita dalla Pro Loco guidata da Alessandro Colella il venerdì sera ha regalato un momento di omaggio speciale alla prima edizione della manifestazione, proponendo il menu datato 1979. In tavola salame crudo, cotto, lardo e salsiccia, ravioli al sugo, brasato alla Barbera con contorno, robiole delle Langhe e bunet, accompagnati dalla selezione di vini Barbera dei produttori della “Bottega del vino”.

Il Lanzevino a Mobrici

Il Lanzevino, il riconoscimento che ogni anno la manifestazione assegna a chi si è distinto con la sua opera nel settore del vino, è andato quest’anno a Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato che ha sede nel castello di Costigliole e anche Presidente di “Piemonte Land of Perfection”, consorzio che raggruppa e tutela le diverse denominazioni piemontesi. Nella mattinata di domenica si è svolta anche la tradizionale cerimonia dell’imbottigliamento sul palco in piazza Balbo. A fare gli onori di casa il sindaco Carlo Mancuso e il vicesindaco Giorgio Brezzo, che hanno accolto nella giornata del sabato, come madrina della “Festa della Barbera”, Cecilia Nostro, 27enne di Alba, tra le 100 donne più influenti del settore digital in Italia, cofondatrice nel 2015 di Friendz, startup che mette in contatto grandi brand e persone comuni.

Il concerto di Alberto Fortis

A chiudere l’edizione 2018 della manifestazione il concerto di Alberto Fortis. Per lui un ritorno a Castagnole Lanze, dopo il concerto del 1980 in occasione della festa di San Bartolomeo. E 40 candeline anche per la sua attività artistica. Un doppio compleanno festeggiato sul palco con un coinvolgente spettacolo di musica. Durante il fine settimana, con ospiti anche gli adottanti dell’iniziativa “Adotta un filare nelle Lanze” e i “gemelli” in paese per l’occasione di festa, visite anche alla mostra “Paesaggi di vino” di Mauro Corino, autore delle etichette delle bottiglie di Barbera Lanze e delle grappe; al percorso sensoriale “Acquadicherasco” curato da Stefania Rossi; e alla mostra “Florarte” dei disegni realizzata dagli alunni della scuola primaria sotto la guida del pittore castagnolese Beppe Gallo.

I ringraziamenti del sindaco

“Un grazie di cuore a tutti coloro, donne e uomini, giovani e meno giovani, che si sono adoperati, per la riuscita della festa della Barbera 2018 “40esima edizione”. – scrive il sindaco Carlo Mancuso – Grazie alla Pro Loco e i suoi volontari , alle associazioni di volontariato, ai carabinieri in congedo, agli Alpini, ai volontari della Croce Verde, agli agenti della polizia locale, ai carabinieri capitanati dal loro maresciallo, alle associazioni, Pro Loco e ristoratori per l’allestimento degli stand enogastronomici nei cortili, ai proprietari dei cortili, ai dirigenti e dipendenti comunali e agli amministratori comunali e, naturalmente, al presidente della Bottega del vino e a tutti i produttori castagnolesi, fiore all’occhiello del nostro paese con i loro vini di alta qualità”.

Marta Martiner Testa

Fotogallery Billi

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente