La Nuova Provincia > Attualità > Viaggio Nizza-Asti: strade sporche e qualche disagio
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Viaggio Nizza-Asti: strade sporche e qualche disagio

Strade sporche e qualche disagio si sono registrati giovedì mattina sulla strada che collega Nizza ad Asti

In viaggio tra Nizza e Asti: strade sporche e qualche disagi

Se i sindaci si dicono soddisfatti della gestione dell’emergenza neve, meno entusiasti appaiono i cittadini, soprattutto quelli che si sono messi in macchina per raggiungere il proprio posto di lavoro, se non per portare i figli a scuola. Magari fuori città. Chi per esempio si è messo in viaggio da Nizza Monferrato a Canelli o, come chi sta scrivendo, ha dovuto raggiungere Asti qualche piccola difficoltà in più l’ha riscontrata.

Generale rallentamento del traffico

Se è infatti vero che i mezzi spargi sale e gli spazzaneve sono regolarmente passati alle prime luci dell’alba per ripulire le strade, verso le 8 del mattino di ieri una patina poltigliosa di nevischio ha creato non pochi timori tra gli automobilisti sulle strade extra-urbane e urbane e in alcuni casi, come in Valle San Giovanni, celebre scorciatoia per la Nizza-Canelli, qualche vettura è finita fuori strada senza gravi danni. Il risultato complessivo però è stato un rallentamento generale del traffico. Neanche i possessori di SUV, normalmente più spavaldi, si sono azzardati a superare i 50 chilometri orari e tutti hanno proceduto in un’ordinata fila indiana fino al raggiungimento della destinazione.

 La provinciale Valle Belbo-Asti

Lungo la provinciale che collega la Valle Belbo al capoluogo lo scenario è stato il medesimo: mezzi rallentati dalla neve e dal ghiaccio che in qualche tratto ha rischiato di far slittare le vetture. Fortunatamente, la velocità moderata e la cautela degli automobilisti ha permesso di evitare pericolosi incidenti e lungo le strade si è notato solo qualche vettura parcheggiata a lato della carreggiata, con i conducenti che sconsolati procedevano alla constatazione amichevole per lievi tamponamenti. Il buon senso questa volta sembra quindi aver premiato gli astigiani, molti dei quali, in previsione della nevicata, hanno scelto di mettersi in viaggio con l’argo anticipo rispetto al solito.

La prudenza ha premiato

Una decisione che ha premiato perché il traffico e la velocità ridotta hanno obbligatoriamente costretto gli automobilisti a impiegare oltre la solita mezzora nel raggiungere il capoluogo, o viceversa per raggiungere il sud Astigiano sede di numerose aziende. Quanto allo stato delle strade comunali nei due principali centri della provincia dopo il capoluogo, Nizza e Canelli appunto, non si sono registrati particolari disagi anche se in alcune vie laterali e periferiche alle principali direttrici gli spazza neve sono passati solo in tarda mattinata.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente