La Nuova Provincia > Blog > Giallografia > “La ragazza di Lucento”
Blog, Giallografia -

“La ragazza di Lucento”

L'ultimo romanzo di Maurizio Blini, ambientato a Torino, nel quartiere di Lucento. E se quella pallina di carta fosse stata letta subito?

La prima indagine di Alessandro Meucci e Maurizio Vivaldi

L’ultimo romanzo dello scrittore astigiano Maurizio Blini, “La ragazza di Lucento”, pubblicato da Fratelli Frilli Editori nello scorso mese di aprile, ci riporta indietro nel tempo, alla prima indagine di Alessandro Meucci e Maurizio Vivaldi, la sua collaudata coppia investigativa. L’ambientazione è quella del quartiere torinese di Lucento.

Una pallina di carta schizza come impazzita dalla finestrella di una cantina. Tre ragazzi adolescenti la prendono a calci mimando i loro eroi del pallone. Poi, giunti sotto casa del primo, anziché aprirla, scommettono sul suo contenuto e decidono di conservarla all’interno di un barattolo. Ma il tempo passa e quel barattolo resta dimenticato per sedici anni all’interno di un cassetto. Dopo tutto questo tempo, i tre amici si ritrovano scoprendo una drammatica verità che dà il via ad un’indagine strana, complessa e ardita, che parte da molto lontano. La casualità e l’ironia della sorte la rendono per certi versi paradossale. Perché tutto ciò che appare può rivelarsi fatuo, assurdo, imprevedibile. Dietro a questa lente troviamo lui, Maurizio Vivaldi, il nostro poliziotto in cerca della verità, ovviamente. Ma non sarà solo. Perché la vita spesso sa confonderci, ma anche assisterci, aiutarci, illuminarci. Nulla è mai quello che appare. E il lettore lo scoprirà con sorpresa solamente alla fine del romanzo. Una storia malata, intricata e infestata da fantasmi, ovvero, paure e fragilità che riemergono prepotenti dal passato. Un’indagine corale che sa scandagliare le profondità dell’animo umano e svelarne i suoi segreti più intimi.

L’autore

Maurizio Blini è nato a Torino nel 1959. Ex poliziotto, laureato in Scienze dell’investigazione all’Università degli Studi dell’Aquila, è scrittore e sceneggiatore. Le sue grandi passioni sono la letteratura, il cinema e il jazz. Presente con i suoi racconti in numerose antologie, ha pubblicato Giulia e altre storie (Ennepilibri Editore, 2007), Il creativo (Ennepilibri Editore, 2008), L’uomo delle lucertole (A&B Editrice, 2009), Il purificatore (A&B editrice, 2011), Unico indizio un anello di giada (Ciesse Edizioni, 2012), R.I.P. Riposa in pace (Ciesse Edizioni, 2013), Fotogrammi di un massacro (Ciesse Edizioni, 2014), Figli di Vanni (con Gianni Fontana, Golem Edizioni, 2015), Rabbia senza volto (Golem Edizioni, 2016). È cofondatore dell’associazione di giallisti subalpini Torinoir.

La scheda

“La ragazza di Lucento” – di Maurizio Blini
Fratelli Frilli Editori
Collana I Tascabili Noir
Anno 2018, 254 pagine
Libro € 12,90

 

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente