La Nuova Provincia > Blog > Occhio magico > Le medaglie di Roggero, il tricolore di Natta e lo scudetto del Cavaion
Blog, Occhio magico Asti -

Le medaglie di Roggero, il tricolore di Natta e lo scudetto del Cavaion

Sperando che si tenga a mente il bello della pallavolo

Le medaglie astigiane

Se vivessimo in un paese normale, cosa che per molti versi non è, potremmo molto godere della risonanza che i mondiali di pallavolo hanno avuto tra appassionati e neofiti grazie ad un torneo di livello non eccelso ma sicuramente appassionante. Una copertura mediatica in alcuni casi addirittura ossessiva ed enfatica – e non so se questo alla fine sia stato un fattore positivo – ha coronato l’evento, ma temiamo fortemente che, visto il risultato decisamente dignitoso ancorché non vincente degli azzurri, tutto il bello di questa disciplina possa essere ben presto dimenticato da un pubblico che notoriamente non ha alti livelli di alfabetizzazione in materia e che sembra prediligere il tifo per il tifo piuttosto che quello per il gioco. Ce ne faremo una ragione? Sicuramente sì, anche perché la settimana è stata particolarmente felice per lo sport astigiano. Non bastasse il coraggioso e maturo esordio ai mondiali di ciclismo di Matilde Vitillo, avremmo da citare l’oro ed il bronzo di Mauro Roggero ai campionati europei di bocce (volo), il titolo italiano conquistato da Christian Natta del Moto Club Alfieri nell’enduro major motociclistico e ancora i due bronzi nei campionati italiani di tiro con l’arco di Francesca Bajno, “emigrata in Toscana”. Ma non è tutto qui perché negli ultimi scampoli stagionali di atletica non possiamo non ricordare le belle imprese dei giovanissimi Martina Minnella e Tommaso Surian (Castell’Alfero) e Filippo Jacocca (Alfieri) e di Elisa Stefani (Brancaleone) che è stata ottima seconda alla mezza maratona del VCO. E ancora ottime prove, nel judo, della Polisportiva Astigiana, seconda nel Torneo delle Regioni Esordienti e di Annalisa Cavagna (Olimpic) terza nel torneo dei Quattro Mori sardi. Infine, ma neanche tanto, la bella impresa della squadra del Dlf che ha riconquistato meritatamente la serie C di tennis. Insomma, c’è di che essere per una volta tanto soddisfatti anche per quel che viene dal calcio dove il Canelli SDS è arrivato in vetta al suo girone di Eccellenza e l’Alfieri ha finalmente mosso la classifica. Intanto il basket sta riprendendosi la scena e la SBA ha bravamente festeggiato i suoi dieci anni con tanti ragazzini, e non, in piazza, mentre il tamburello ha assegnato lo scudetto del libero al Cavaion di Stefania Mogliotti, Valle e Cavagna, vincente di stretta misura sul Castellaro di Manuel Beltrami. Ora anche lì arriveranno i punteggi e di sicuro ne vedremo delle belle.

p.monticone@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente