La Nuova Provincia > Cronaca > Ad Asti una “centrale” di traffico internazionale di cocaina da Sud America e Olanda
Cronaca Asti -

Ad Asti una “centrale” di traffico internazionale di cocaina da Sud America e Olanda

Arrestati un dominicano, ritenuto il capo della banda e un'impiegata di banca, sua compagna, che cambiava i soldi in grandi tagli

Il traffico di coca passa da Asti

Parla astigiano l’operazione “Black Snow” che ha portato all’arresto di 15 persone e al sequestro di oltre 18 chili di cocaina da parte del gruppo della Guardia di Finanza di Malpensa.

Un’operazione nata in seguito ad alcuni controlli di bagagli e persone agli arrivi internazionali dal Sud America e dall’Olanda, iniziata un anno fa e conclusa ieri.

L’impiegata di banca cambiava in grossi tagli

Astigiano è il capo di questa organizzazione: un dominicano che vive in un paese della nostra provincia e che era già stato arrestato l’anno scorso in Svizzera. Astigiana è anche la sua compagna, un’impiegata di banca che, all’insaputa dell’istituto per il quale lavorava, cambiava regolarmente le banconote di piccolo taglio date dagli spacciatori in pagamento delle dosi, in tagli da 200 e 500 euro più facili da trasportare, da nascondere o da utilizzare per inviare denaro all’estero attraverso i Money Transfer.

Sequestrata una cascina e 4 vigneti

La donna è ora agli arresti domiciliari, mentre al compagno il nuovo provvedimento di arresto è stato notificato al carcere svizzero nel quale si trova detenuto dall’anno scorso. Ai due è stato sequestrato anche un loro recente investimento sulle colline dell’astigiano: una cascina che stavano ristrutturando circondata da quattro vigneti.

d.peira@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente