La Nuova Provincia > Cronaca > Ad Isola i consigli dei carabinieri per evitare furti e truffe
Cronaca Costigliole - San Damiano -

Ad Isola i consigli dei carabinieri per evitare furti e truffe

Serata informativa alla presenza del comandante della Compagnia dei carabinieri di Canelli nell'appuntamento allestito dall'associazione carabinieri di Costigliole

Serata informativa a Isola con i carabinieri

Nei giorni scorsi si sono verificati vari casi di anziani che non si sono lasciati cogliere di sorpresa dai tranelli tesi dai truffatori, vanificando così i tentativi di truffa nei loro confronti. Una prontezza che spesso deriva anche dall’opera di informazione svolta dagli stessi carabinieri che presidiano il territorio. E così, un nuovo incontro informativo è stato proposto dalla Compagnia dei carabinieri di Canelli, su invito dell’Associazione nazionale carabinieri di Costigliole (che conta volontari anche di Isola) guidata da Giancarlo Garbin che ha allestito l’iniziativa. La serata si è svolta martedì scorso ad Isola, negli accoglienti locali dell’asilo infantile “Cardinale Sodano”.

«Non facciamo entrare sconosciuti in casa»

Il capitano Alessandro Caprio, comandante della Compagnia dei carabinieri di Canelli, con accanto il maresciallo Michele Sarcinelli, comandante della stazione dei carabinieri di Costigliole, competente sul territorio, ha fornito una serie di consigli che possono servire ad evitare furti e raggiri o comunque a “rendere la vita difficile” a ladri e truffatori. «Per evitare i furti cerchiamo di usare qualche accortezza che spesso può bastare: ad esempio non teniamo grosse somme di denaro in casa, non lasciamo aperte porte e finestre, soprattutto di notte o quando l’abitazione è incustodita, e togliamo le chiavi dall’auto dopo averla posteggiata in garage o in cortile – ha sottolineato il capitano Caprio – Due le regole basilari per evitare truffe: non facciamo entrare sconosciuti in casa e non diamo soldi a nessuno». Gli stratagemmi usati dai truffatori, rivolti in particolar modo agli anziani, sono tantissimi: dai finti addetti del gas, dell’Enel e dell’acquedotto ai finti impiegati dell’ufficio postale, ma anche falsi appartenenti alle forze dell’ordine e falsi avvocati che telefonano o si presentano a casa raccontando che il figlio o la figlia hanno avuto un incidente e possono evitare denunce o l’arresto se viene pagata subito una somma di denaro. Il consiglio che viene dato dai carabinieri è semplice: «Quando si presentano queste situazioni basta fare una piccola verifica e tenere a mente le due regole da seguire: non fare entrare in casa estranei e non dare soldi a nessuno. Nel caso della visita di addetti di luce, gas, telefono, acqua basta rinviare ad altro momento il controllo che viene chiesto; nel caso vi raccontino di problemi accaduti a familiari, verificate con una semplice telefonata», ha ribadito il capitano Caprio.

La serata informativa è stata allestita dall’Anc di Costigliole guidata da Giancarlo Garbin (a destra nella foto)

L’importanza della partecipazione attiva dei cittadini

Inoltre, l’invito che viene dai carabinieri è anche quello di avvisare sempre le forze dell’ordine in caso di situazioni dubbie o persone e auto sospette che si aggirino nella zona: «Non bisogna avere remore o timori: chiamate sempre i carabinieri nel caso di situazioni dubbie o sospette. Spesso i cittadini hanno a disposizione informazioni che per noi possono essere preziosissime per individuare responsabili di reati e per prevenire furti o truffe – ha evidenziato il capitano Caprio – La partecipazione attiva dei cittadini è fondamentale». Il maresciallo Sarcinelli ha poi distribuito ai presenti alla serata ad Isola un promemoria contenente i principali suggerimenti forniti durante l’incontro, insieme ai numeri telefonici da contattare in caso di necessità: il 112, numero gratuito, ma anche il recapito della caserma dei carabinieri di Costigliole, di facile memorizzazione, 0141/966096. Ha inoltre ricordato gli orari di apertura al pubblico: tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 13,30 alle 16,30.

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente