La Nuova Provincia > Cronaca > Agli arresti domiciliari a Baldichieri animalista noto anche in tv
Cronaca Asti -

Agli arresti domiciliari a Baldichieri animalista noto anche in tv

Fondatore dell'Eital, è conosciuto anche ad Asti. Nel 2014 dietro sua segnalazione il sequestro di 220 cuccioli provenienti dall'Ungheria

Agli arresti domiciliari noto animalista

Ha fatto rapidamente il giro del web la notizia dell’arresto di Antonio Colonna, fondatore dell’Eital e personaggio noto nell’ambiente animalista, anche per la partecipazioni ad inchieste condotte da tv nazionali in tema di “salvataggio” di animali segregati all’interno di allevamenti ritenuti non idonei. Nei giorni scorsi i poliziotti della Squadra Mobile di Asti e del Commissariato di Frascati (Roma) hanno dato esecuzione all’ordinanza degli arresti domiciliari decisa dal Gip di Tivoli nei suoi confronti.
«L’arrestato è indiziato dei reati di usurpazione di funzioni, violenza privata e di detenzione abusiva di farmaci per uso veterinario – spiega la Questura cittadina in una nota – Si è accertato infatti che in numerosi casi, qualificandosi come Ispettore di Polizia o Guardia venatoria e mostrando falsi distintivi, è riuscito ad accedere agli allevamenti e ottenere il loro sequestro, facendoseli in alcuni casi assegnare». «I successivi controlli veterinari, in molti casi, hanno smentito le circostanze che hanno portato ai sequestri, non risultando il cattivo stato di salute degli animali – sottolinea la Questura – A carico dell’uomo risultano diversi procedimenti penali, in varie zone d’Italia, a partire dal 2008». Durante la perquisizione nell’abitazione di Colonna sarebbero stati sequestrati «farmaci veterinari di provenienza estera, di cui è vietata la commercializzazione in Italia, alcuni dei quali aperti». L’attività della Squadra mobile astigiana, coordinata dal commissario capo Loris Petrillo, e dei colleghi romani è stata eseguita anche con l’ausilio di operatori dell’Asl di Asti, per la parte di specifica competenza.

Conosciuto anche ad Asti

Colonna, che da qualche mese vive a Baldichieri, è conosciuto ad Asti: proprio dietro sua segnalazione erano stati intercettati a Bologna e sequestrati 220 cuccioli di cane su un Tir proveniente dall’Ungheria. I cuccioli arrivarono poi nell’Astigiano e furono quindi rapidamente adottati. «Colonna si è rivolto al Comune quest’estate per informarsi in merito all’apertura di un allevamento – dice il sindaco di Baldichieri Gianluca Forno – Si è poi rivolto allo Sportello per le attività produttive, ma al momento nessun procedimento è aperto in tal senso».

marta.martiner@gmail.com

Un Commento

  • Guido ha detto:

    Mi fa specie leggere un articolo dove sembra che sia la Polizia di Asti in collaborazione con la Polizia di Roma ad avere arrestato questo sedicente truffatore.
    Tutte le testate riportano che l’investigatore è partita dal Commisiariato di Frascati (Roma) che sono arrivati ad arrestare il Colonna ad Asti con l’appoggio della Polizia di Asti.
    Perchè fate confusione?
    L’importante che il tipo sia stato arrestato ma date a Cesare quel che è di Cesare.
    Brava la Polizia di Frascati
    Grazie mille da un cittadino che è sempre con le istituzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente