La Nuova Provincia > Cronaca > Annega nella piscina: l’amica cerca di salvarlo e ora lotta per la vita
Cronaca Asti Moncalvo e Nord -

Annega nella piscina: l’amica cerca di salvarlo e ora lotta per la vita

E' successo questo pomeriggio in una tenuta fra Castelnuovo don Bosco ed Albugnano. Secondo la prima ricostruzione, erano stati invitati dai figli dei custodi

In una villa di Castelnuovo Don Bosco

Drammatico pomeriggio in piscina quello di oggi in una tenuta a Castelnuovo Don Bosco, sulle bellissime colline che portano ad Albugnano.

Un ragazzo di 21 anni, di Chieri, è deceduto per annegamento e un’amica di 18 anni ha rischiato la vita per salvarlo.

I carabinieri della stazione di Castelnuovo sono ancora sul posto per raccogliere le testimonianze e ricostruire nei dettagli quanto accaduto.

L’arrivo dell’eliambulanza

Amici dei figli dei custodi

Sembra che i due fossero amici dei figli dei custodi della tenuta di proprietà di un noto medico torinese; avevano accettato l’invito per un pomeriggio in piscina e insieme ad altri quattro o cinque amici stavano facendo il bagno.

Il ragazzo non sapeva nuotare e si è sempre tenuto nella parte della piscina dove si toccava il fondo; forse durante un gioco o per una disattenzione, però, si è spinto oltre, dove l’acqua è più profonda. E’ subito andato sott’acqua. L’amica se ne è accorta e si è subito buttata per riportarlo a galla e salvarlo ma anche lei è rimasta troppo sott’acqua.

La ragazza rianimata da equipaggio della Croce Rossa

Sul posto sono intervenuti un’ambulanza della Croce Rossa di Castelnuovo Don Bosco e due équipe dell’elisoccorso da Torino ed Alessandria; l’equipaggio della Croce Rossa ha rianimato la ragazza, in arresto cardiaco, riuscendo a recuperare il battito e affidandola poi all’eliambulanza che l’ha trasportata in ospedale.

Per il ragazzo, invece, non c’è stato più nulla da fare e dopo un’ora ne è stato dichiarato il decesso avviando le tristissime procedure di avviso ai genitori. Il ragazzo è figlio unico.

d.peira@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente