La Nuova Provincia > Cronaca > Asti, auto fugge a fari spenti inseguita dalla polizia
Cronaca Asti -

Asti, auto fugge a fari spenti inseguita dalla polizia

Bloccata alle porte della città, a bordo si trovavano tre giovani di 19enne, due dei quali astigiani

Auto fugge inseguita dalla polizia

Un inseguimento tra le vie cittadine nella serata di mercoledì. Le pattuglie delle Volanti della polizia, intorno alle 22, in corso Palestro, hanno incrociato un’Alfa Romeo 147 che viaggiava in senso opposto ad alta velocità. Alla vista della pattuglia, l’auto ha spento i fari e ha proseguito in direzione del centro. I poliziotti si sono subito posti all’inseguimento e, avvisata la Sala operativa, altre Volanti sono giunte in ausilio. L’Alfa si è diretta verso l’aperta campagna, nella zona della tangenziale, riaccendendo le luci e aumentando la velocità: ma dopo una lunga frenata, in prossimità di una curva, si è ribaltata, fermandosi piegata su un fianco.

A bordo tre 19enni

Uno dei passeggeri che si trovava sui sedili posteriori è riuscito ad uscire dal portellone, rimasto aperto nello schianto; mentre all’interno sono rimasti bloccati una ragazza e il guidatore. I poliziotti hanno prestato loro i primi soccorsi e hanno poi proceduto a verificare la loro identità: erano 19enni (due dei quali astigiani) e due di loro con precedenti per reati contro il patrimonio. Il conducente è risultato privo di patente. È stato disposto il fermo amministrativo per il veicolo e sono state elevate contravvenzioni al Codice della Strada per guida senza patente, velocità pericolosa in ore notturne; per la proprietaria del mezzo l’incauto affidamento. Ritirata la Carta di Circolazione.

Polstrada: una denuncia dopo lo schianto alla rotatoria

Nel tardo pomeriggio di sabato, alle 18,45, un’auto è uscita di strada alla rotatoria tra corso Savona e via Cuneo. È intervenuta una pattuglia della polizia stradale di Asti e gli agenti hanno notato che il guidatore, un Albese di 34 anni, pareva “alticcio”. L’uomo ha rifiutato di sottoporsi a controllo: sono scattati nei suoi confronti la denuncia, il ritiro della patente e il sequestro del veicolo ai fini della confisca.

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente