La Nuova Provincia > Cronaca > Asti, sette nuovi agenti in servizio alle Volanti
Cronaca Asti -

Asti, sette nuovi agenti in servizio alle Volanti

Assegnati alla Questura di Asti e provenienti dalle Scuole Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria, Vibo Valentia e Spoleto

Nuovi agenti alla Questura di Asti

Primo giorno di lavoro alla Questura cittadina, mercoledì, per sette nuovi agenti assegnati ad Asti e provenienti dalle Scuole Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria, Vibo Valentia e Spoleto. Insieme ad un Agente Scelto che aveva preso servizio nella giornata di martedì, proveniente dalla Sezione di Polizia Stradale, sono così complessivamente otto gli operatori di polizia assegnati alla Questura nel mese di febbraio. «Gli Allievi Agenti, che per i primi mesi saranno affiancati nell’attività di polizia da personale più anziano, saranno da oggi impiegati all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, per rafforzare ulteriormente l’attività di prevenzione dei reati e controllo del territorio, assicurata dagli equipaggi di Volante e consentire un turnover degli operatori con età più avanzata che potranno essere impiegati negli uffici interni», si sottolinea dagli uffici di corso XXV Aprile.

Per implementare l’organico

L’arrivo di nuove forze alla Questura astigiana «rappresenta un concreto segno di attenzione del Capo della Polizia, che, nello scorso mese di ottobre, in occasione degli eventi dedicati dalla Polizia di Stato di Asti all’astigiano Salvatore Ottolenghi, nel corso della sua presenza in Asti aveva manifestato il proposito di implementare l’organico della Questura con nuovi poliziotti». Franco Gabrielli, Capo della Polizia, aveva preso al palazzo del Michelerio ad un convegno e aveva inaugurato la mostra “Frammenti di storia”, dedicata al lavoro della polizia scientifica, di cui è considerato il fondatore l’astigiano Salvatore Ottolenghi. L’esposizione aveva presentato un excursus delle indagini della Polizia Scientifica e della loro evoluzione fino ai nostri giorni. Gabrielli aveva anche fatto visita alla Questura, incontrando il personale con il quale si era intrattenuto per una riunione a carattere operativo.

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente