La Nuova Provincia > Cronaca > Bestemmie su cappelle votive e cartelli stradali
Cronaca Costigliole - San Damiano -

Bestemmie su cappelle votive e cartelli stradali

Diversi episodi di danneggiamento e imbrattamento si sono verificati nei giorni precedenti la Pasqua a Montegrosso, Vigliano e Mongardino. Bestemmie anche sui muri di alcune case

Vetri spaccati e scritte offensive

Indignazione e stupore a Montegrosso per i numerosi episodi di danneggiamento e imbrattamento attuati contro diverse cappelle votive del territorio. Vetrate spaccate e scritte offensive (in alcuni casi bestemmie) realizzate con vernice spray su facciate di chiesette, cappelle votive e anche cartelli stradali nella zona di Montegrosso, Vigliano e Mongardino. Fatti gravi, avvenuti nelle ore notturne nel fine settimana che ha preceduto la Pasqua, su cui stanno indagando i carabinieri di Montegrosso. In particolare sono state prese di mira quatto cappellette votive in frazioni di Montegrosso (Vallumida, Santo Stefano, Boscogrande), la facciata della chiesetta di via Tiglione a Vigliano, due cappellette votive nelle frazioni di Mongardino, due cartelli stradali in località Madonna a Mongardino.

Bestemmie anche sui muri delle case

Già nelle scorse settimane scritte con vernice nera erano apparse su cartelli stradali a Montegrosso. E la notte scorsa altre scritte con bestemmie sono apparse sui muri di alcune case di Boscogrande. In paese si pensa a “ragazzate”, compiute da qualche giovane “annoiato”, incapace forse, per così dire, di cogliere la gravità di iniziative che denotano assoluta mancanza di rispetto del prossimo e delle proprietà altrui e che comportano danni economici per la rimozione delle scritte e la sostituzione dei vetri infranti. L’attività di indagine delle forze dell’ordine sarà supportata anche dalle immagini registrate dalle telecamere installate sui territori in cui sono avvenuti gli episodi di danneggiamento e potranno contribuire ad individuare i responsabili di tali ripetuti gesti incivili.

m.m.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente