La Nuova Provincia > Attualità > Costigliole: Icif e Comune fanno pace
Attualità, Cronaca Asti Costigliole - San Damiano -

Costigliole: Icif e Comune fanno pace

Trovano l’accordo il Comune e l’Icif, la scuola di cucina italiana per stranieri che ha sede nel castello. E sembra aprirsi dunque una nuova epoca, all’insegna della piena collaborazione tra

Trovano l’accordo il Comune e l’Icif, la scuola di cucina italiana per stranieri che ha sede nel castello. E sembra aprirsi dunque una nuova epoca, all’insegna della piena collaborazione tra l’istituto e l’amministrazione in rappresentanza della collettività.

L’ufficializzazione avverrà nel corso del consiglio comunale che si terrà lunedì pomeriggio, alle 15, ma ci sono già alcune anticipazioni su quanto deciso tra le parti. «Posso dire che abbiamo stabilito un nuovo canone di affitto per la scuola e le strutture, castello e Cascina Salerio, in cui svolge la sua preziosa attività e deciso di impegnarci in importanti progetti di collaborazione tra Icif e Comune – dice il sindaco Giovanni Borriero –. Una collaborazione stretta che prima non esisteva. Inoltre, verranno restituiti al Comune alcuni locali che si trovano al piano ammezzato del castello e avremo la disponibilità di alcuni spazi, come l’enoteca e il ristorante, naturalmente in accordo con la scuola, per iniziative ed eventi che potrà organizzare il Comune».

Si arriva dunque alla soluzione della questione e si apre un nuovo promettente percorso: «Da parte nostra rinunciamo alla causa di sfratto contro l’Icif: con un lavoro serio e di grande impegno arriviamo a chiudere la questione, offrendo l’occasione allo stesso tempo per un futuro che potrà avere grande valore», aggiunge Borriero.

L’Icif ha sempre rappresentato una risorsa importante per Costigliole, non solo in termini di immagine, e il nuovo accordo assume il significato di un tassello importante per il paese. Sono alcune migliaia gli allievi stranieri, soprattutto americani e provenienti dai paesi dell’Est asiatico, che hanno preso parte in questi anni ai corsi allestiti dall’Icif. «Un aspetto importante dell’accordo è quello di incontri periodici, ogni tre mesi, in cui Comune e Icif si confronteranno per programmare e avviare progetti e iniziative», indica il sindaco.

Per l’estate arriverà anche la novità dell’Orangerie realizzata nel parco del castello: la struttura aprirà i battenti entro il mese di agosto e ospiterà una parte delle attività attualmente svolte nei locali del maniero. Dell’accordo raggiunto si parlerà dunque in consiglio comunale, «una seduta convocata con una certa urgenza», dicono dal palazzo civico di via Roma. Per il giorno successivo, martedì, è infatti fissata l’udienza civile di fronte al giudice del Tribunale di Asti, in cui le due parti dovrebbero appunto dare comunicazione dell’accordo raggiunto.

Marta Martiner Testa

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente