La Nuova Provincia > Cronaca > Eroina e cocaina nelle piazze: 17 arresti in città
Cronaca Asti -

Eroina e cocaina nelle piazze: 17 arresti in città

Operazione "White Wheels" della Squadra mobile della polizia per il contrasto dello spaccio di droga sulle piazze di Asti

Colpito lo spaccio in città

Un’importante operazione antidroga nella città di Asti, che ha portato a 19 provvedimenti cautelari, che comprendono 11 ordini di custodia in carcere, 6 arresti domiciliari e due obblighi di dimora. «Abbiamo colpito lo spaccio di cocaina e eroina sulle principali piazze della città e anche in zona periferiche come le rive del Tanaro – hanno sottolineato pochi minuti fa in Questura, nel corso di una conferenza stampa, il Questore Filippo Di Francesco, il Procuratore di Asti Alberto Perduca, con accanto il capo della Squadra Mobile Petrillo, il vice Primavera e il responsabile della sezione Antidroga Lamberti – Un risultato importante per la città, frutto dell’impegno e della capacità operativa della Squadra mobile».

Lunghe ore di indagine

Intercettazioni telefoniche durate 150 giorni e numerosi servizi di osservazione e pedinamento, la documentazione di circa 15 mila cessioni di droga, il sequestro di circa 4 chili di sostanza stupefacente (eroina, cocaina e anfetamine): questi alcuni dati dell’operazione “White wheels”. Risultati condivisi dalla Procura, che ha emesso le misure cautelari. Sono stati individuati più gruppi che controllavano lo spaccio in città (in alcuni casi assuntori e spacciatori), di cui avrebbero fatto parte italiani e stranieri, ed alcuni “solitari”. La droga arrivava principalmente dalle città di Torino e Milano, poi trasportata in Asti e usata per l’approvvigionamento delle locali zone di spaccio. Per gli spostamenti finalizzati all’approvvigionamento a Torino, veniva usato soprattutto il treno e importante è stata per l’indagine anche la collaborazione della Polfer.

Droga nascosta nel corpo

La droga veniva occultata anche all’interno del corpo, per vanificare i controlli di polizia, e, per questo incarico venivano impiegate anche le donne. Approvvigionamenti che venivano compiuti anche più volte al giorno. Durante l’attività di indagine sono indagate in stato di libertà 40 persone, di cui 12 per il reato di favoreggiamento personale; sono state tratte in arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio 7 persone e segnalate alla Prefettura quali consumatori di droghe altre 13. Per eseguire gli arresti e le altre misure cautelari sono stati impiegati circa 100 agenti della Questura cittadina, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine del Piemonte e della Lombardia. «Un’indagine che ha consentito di recidere il rifornimento delle “piazze” di spaccio astigiane, restituendo le zone ripulite dal degrado alla libera fruizione dei cittadini astigiani».

Daniela Peira, Marta Martiner Testa

2 Commenti

  • Monferrato ha detto:

    Complimenti alle forze dell’ordine. Mi pareva strano che durante tutti questi anni questa gentaglia non fosse stata messa sotto osservazione, anche perchè tornando da lavoro la sera era facilissimo incontrarla specialmente in piazza Campo del Palio. Speriamo solo che non escano già domani dalla gattabuia.

  • Monica ha detto:

    Finalmente!!!era ora ke si facesse qlc perche’ la situazione attuale di Asti sta diventando molto grave….. complimenti a coloro ke hanno portato a termine con successo l’ operazione !!!!! Ci vorrebbe tutti I giorni perche’ questo problema nn si ferma mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente