La Nuova Provincia > Cronaca > Festa della Polizia: un anno di attività
Cronaca Asti -

Festa della Polizia: un anno di attività

“Esserci sempre”. È lo slogan che ha caratterizzato quest’anno la festa annuale della polizia, che ha celebrato il 164esimo anniversario della sua fondazione. Il cortile della Questura e la sala “Cambursano” hanno accolto il personale, i loro familiari, i massimi dirigenti della polizia astigiana e i vertici delle istituzioni e delle forze dell’ordine del territorio, per l’importante celebrazione

“Esserci sempre”. È lo slogan che ha caratterizzato quest’anno la festa annuale della polizia, che ha celebrato il 164esimo anniversario della sua fondazione. Il cortile della Questura e la sala “Cambursano” hanno accolto il personale, i loro familiari, i massimi dirigenti della polizia astigiana e i vertici delle istituzioni e delle forze dell’ordine del territorio, per l’importante celebrazione. Accolto dal Questore Filippo Di Francesco anche il nuovo Prefetto di Asti Paolo Formicola, che lunedì scorso si è presentato alle autorità cittadine e poi ai giornalisti.

«Le parole scelte per il motto “Esserci sempre” esprimono l’essenza del lavoro e dell’impegno delle donne e degli uomini della polizia, che spesso sottraggono tempo alla propria famiglia per dedicarsi alle attività di indagine ed ai servizi a cui sono chiamati», ha detto il Questore, che ha presentato anche il bilancio di un anno di lavoro della Questura della città e delle specialità della polizia, dalla Stradale alla Ferroviaria, alla Postale. «Sono stati ampliati diversi servizi e i dati mostrano una crescita su alcuni fronti, quali il numero delle persone identificate, i controlli alle persone con obblighi dell’autorità giudiziaria, il numero delle pattuglie in servizio per il controllo del territorio».

20.056 le persone identificate (erano 16.643 l’anno precedente), 551 quelle denunciate (106 per furto, 37 per ricettazione, 44 per stupefacenti), 76 gli arresti, 3.280 i controlli alle persone sottoposte ad obblighi. Sono state 5.119 le pattuglie in servizio, 129 i servizi di controllo straordinario. In molti casi il Questore Di Francesco ha adottato misure di prevenzione, quali gli avvisi orali, 44, e il rimpatrio con foglio di via obbligatorio, 43. Tra i dati che raccontano l’attività della polizia le 998 persone fotosegnalate dalla Scientifica, i 180 sopralluoghi effettuati, le 10 persone identificate attraverso le impronte digitali.

Per quanto riguarda la polizia amministrativa il grande lavoro relativo alle licenze per armi rilasciate (1.700), le armi ritirate e quelle consegnate a seguito di revisione o diffida per la mancata presentazione del certificato medico (196). 7 provvedimenti di chiusura di esercizi pubblici. 4.471 permessi di soggiorno rilasciati dall’Ufficio Immigrazione, 69 provvedimenti di espulsione, 454 richieste per rifugiati politici. La Stradale ha rilevato 254 incidenti, 97 le patenti ritirate, 4.172 i punti decurtati.

La Postale ha ricevuto 437 denunce ed ha denunciato 35 persone. 7.003 le persone identificate dalla Polfer, 24 denunciate e un arresto. Senza tralasciare le operazioni portate avanti dalla Squadra Mobile, tra cui le indagini e gli arresti per la sparatoria “di San Valentino” in corso Alfieri, l’arresto dei rapinatori alla posta di corso Savona, l’arresto dell’uomo che aveva scagliato la convivente dalla finestra, per ricordarne alcune.

Marta Martiner Testa

Articolo precedente
Articolo precedente