La Nuova Provincia > Cronaca > Furti notturni con la gente in casa che sta dormendo
Cronaca Asti -

Furti notturni con la gente in casa che sta dormendo

Scia di colpi nella zona di Maretto. Prese borsette e portafogli a pochi centrimetri dal letto delle famiglie che dormono

Furti notturni, cresce la paura nelle case

Furti notturni con ladri che agiscono mentre le famiglie dormono: è il tam tam di facebook a restituire la notizia di una scia di colpi che ha colpito in pochi giorni la zona di Maretto, Roatto, San Grato.
E ha preoccupato non poco i residenti che, a giudicare dai commenti, sono sempre più esasperati arrivando fino a proporre delle ronde notturne e diurne per proteggere le case e le famiglie dalle incursioni.
L’ultimo furto, in ordine di tempo, martedì notte nella casa di una giovane famiglia.

Il cane ha svegliato i padroni

Intorno alle 4 il marito è stato svegliato dall’abbaiare dei cani e si è alzato, ha notato che la luce esterna alla porta di entrata era spenta, nonostante i proprietari l’avessero lasciata accesa. Preoccupato ha fatto il giro della casa e ha scoperto che qualcuno, poco prima era entrato e si era portato via i telefoni, il tablet, il borsello del marito e la borsetta della moglie.
Ciò che ha enormemente spaventato la famiglia è che tutti questi oggetti di valore, proprio per paura dei furti, si trovavano nella camera da letto dove dormivano insieme alla bimba piccola.

Prendono le cose di valore a pochi centimetri dal letto

Questo significa che i ladri, dopo essere entrati, hanno “visitato” indisturbati la casa, compresa la camera da letto e hanno rovistato e preso le cose a pochi centimetri dagli occupanti che stavano dormendo.
Alla fine si è scoperto che la luce esterna era spenta perchè i ladri avevano svitato la lampadina e poi avevano fatto un piccolo foro nel serramento in legno del balcone dal quale sono entrati ed usciti.

Gli altri casi in zona

Per ironia della sorte, la padrona di casa, poco prima di andare a dormire, era in chat con un’amica che aveva subito già un precedente furto e insieme commentavano la scia di colpi già registrati in zona.
Due giorni prima, infatti, in zona San Grato, hanno compiuto un furto analogo e, in quel caso, ad accorgersi della presenza della luce di una torcia in corridoio sono stati i nonni della giovane coppia che abita nella casa.
Grazie a loro i ladri si sono dati alla fuga, ma in meno di mezz’ora aveva colpito in altre case vicine.
In una di queste case hanno anche fatto scappare il cane da guardia che li ha inseguiti per strada.

d.peira@lanuovaprovincia.it

Un Commento

  • Gian Mario Cogno ha detto:

    Tutto ciò grazie ai nostri (s)governanti che siccome non bastavano i delinquenti di casa nostra hanno pensato di importarne da fuori, che continuano a sostenere che va tutto bene, che bisogna votare il PD che ha salvato l’Italia, che criticano Trump perchè consente agli americani di acquistare armi per difendersi mentre da noi se mostri l’ardire di difenderti finisci in galera ed i malviventi fuori e poi tocca pure venderti la casa per risarcirli. E se penso ai disagi patiti per fatto di guerra dai nostri padri e nonni per darci questa repubblica di merda riesco solo a provare un’infinita rabbia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente