La Nuova Provincia > Cronaca > La morte di Sergio stroncato da meningite
Cronaca Villafranca - Villanova -

La morte di Sergio stroncato da meningite

Nel pomeriggio di martedì i medici hanno dichiarato la morte cerebrale, avviando tutte le procedure per verificare la possibilità di espianto degli organi, come da volontà espressa dalla famiglia

E’ durata una settimana l’agonia di Sergio Ciceu, il ragazzino di appena 14 anni stroncato da una forma di meningite.

Nel pomeriggio di martedì i medici hanno dichiarato la morte cerebrale, avviando tutte le procedure per verificare la possibilità di espianto degli organi, come da volontà espressa dalla famiglia.

La sua morte ha raggiunto come una frustata il paese di Cortazzone dove viveva, figlio unico di una coppia di cittadini di origini romena: la madre Giuliana, casalinga e il padre Vincenzo, muratore.

Ma anche il vicino paese di Montafia è particolarmente scosso da questa morte, perchè è lì che Sergio ha frequentato le elementari, le medie, il catechismo per Prima Comunione e Cresima.

Tantissimi i compagni di scuola che si ricordano di lui e delle sue straordinarie doti di piccolo attore che gli erano valse le parti più lunghe ed importanti ad ogni recita.

Tutti lo ricordano come un ragazzino riservato, timido, generoso, altruista, educato, obbediente.

Dopo la terza media, aveva scelto l’Istituto professionale Andriano per i suoi studi superiori: si era iscritto al primo anno del corso per diventare termoidraulico e prendeva ogni giorno l’autobus insieme ad altri studenti da Montafia a Castelnuovo Don Bosco.

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Daniela Peira

Articolo precedente
Articolo precedente