La Nuova Provincia > Cronaca > Sulla Porsche Cayenne con la pistola rubata: astigiano arrestato dai carabinieri
Cronaca Moncalvo e Nord -

Sulla Porsche Cayenne con la pistola rubata: astigiano arrestato dai carabinieri

L'auto è stata fermata la scorsa notte, intorno alle 2,45, dai militari di una pattuglia della stazione dei carabinieri di Montiglio Monferrato. Trovate anche banconote per 28 mila euro

Una pistola e quasi 30 mila euro in contanti

Nella notte di sabato, intorno alle 2,45, una pattuglia del Comando Stazione dei Carabinieri di Montiglio Monferrato, impegnata in un servizio notturno finalizzato al contrasto di furti e rapine, ha deciso il controllo, nella zona industriale del paese, di una potente Porsche Cayenne. Alla guida della vettura R.L., classe 1993, residente ad Asti, commerciante, già conosciuto alle forze dell’ordine, che avrebbe cercato invano di eludere il controllo dei carabinieri con un repentino cambio di direzione del veicolo.
Il passeggero sulla Porsche, V.P., classe 1989, residente anch’egli ad Asti, commerciante d’auto e già conosciuto alle forze di polizia, è stato trovato in possesso dai militari di un revolver calibro 38 Special, carico e pronto all’uso, provento di furto che era avvenuto nello scorso mese di marzo nella zona di Acqui Terme, e della somma in contanti di 28.000 euro, in banconote di vario taglio «di cui non ha giustificato ragionevolmente il possesso», sottolinea il comando dell’Arma astigiana. Tutto è stato sottoposto a sequestro per gli accertamenti del caso.

In arresto ai domiciliari

Il 29enne è stato arrestato per ricettazione e porto abusivo d’arma e posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Asti su disposizione dell’autorità giudiziaria. «L’attività che ha portato alla scoperta dell’altra notte – sottolineano i carabinieri astigiani – rientra nell’azione preventiva coordinata dal Comando Compagnia Carabinieri di Villanova, i cui Comandi dipendenti, da inizio anno, hanno già proceduto al controllo di oltre 13 mila persone».

m.m.t.

marta.martiner@gmail.com

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente