La Nuova Provincia > Cronaca > Tragica scomparsa dell’ex sindaco di Costigliole Luigi Solaro
Cronaca Costigliole - San Damiano -

Tragica scomparsa dell’ex sindaco di Costigliole Luigi Solaro

Aveva 79 anni ed era presidente dell'Asilo "Cassanello" della frazione Motta. E' stato travolto, questa mattina, secondo le prime testimonianze, dal suo trattore nel cortile di casa

Aveva 79 anni

Una tragica notizia quella giunta questa mattina da Costigliole. L’ex sindaco Luigi Solaro ha perso la vita poche ore fa, mentre si trovava nel cortile della sua abitazione, in frazione Sant’Anna. Si stava dedicando a qualche lavoro sul suo trattore, che impiegava nella coltivazione del suo frutteto di mele, quando, secondo le prime testimonianze, sarebbe stato travolto dal mezzo. «Sono incredulo e sconcertato. L’ho incontrato proprio ieri sera e abbiamo scambiato qualche parola. Una persona che si è spesa molto per la comunità di Costigliole, come sindaco per tre mandati e prima ancora come assessore con il sindaco Bellone. E’ una notizia che ci rattrista davvero tutti», dice il sindaco Nanni Borriero, che appena ha avuto la notizia ha raggiunto l’abitazione di Solaro e i suoi familiari.

Insegnante di matematica della scuola media di Costigliole, Solaro si è sempre fortemente impegnato per il paese. Prima come amministratore, per quasi trent’anni, e, attualmente, era presidente dell’asilo “Cassanello” della frazione Motta. Anima del Moto club di Costigliole, primo firmatario dell’atto costitutivo della Polisportiva, come sindaco, presidente del Lions Club Costigliole, sono stati davvero tanti gli ambiti in cui è stato attivo e si è messo a disposizione. Aveva firmato nel 2000 anche il gemellaggio con la città tedesca di Weinsberg, a cui era molto legato e in cui si recava annualmente per incontrare gli amici “gemelli”. Nello scorso mese di settembre era presente anche lui nella delegazione che ha fatto visita a Weinsberg.

Lascia la moglie Piera e i figli Manuela e Simone, presidente della Fidas di Costigliole. Un lutto che colpisce profondamente la comunità.

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente