La Nuova Provincia > Cronaca > Villafranca perde una delle sue “anime”: deceduto Angelo Benotto
Cronaca Villafranca - Villanova -

Villafranca perde una delle sue “anime”: deceduto Angelo Benotto

La scomparsa ha gettato nello sconforto l'intero paese. Generoso ed appassionato amante del suo territorio, ha passato la vita al servizio degli altri

Morto improvvisamente oggi

Si è spento improvvisamente oggi pomeriggio Angelo Benotto, classe 1952, figura chiave a Villafranca così come nella vicina Cantarana e in tutta la Valtriversa. La notizia è rimbalzata sui social con decine di messaggi di cordoglio rivolti alla moglie Rita Rosso e ai fratelli Mario e Romano.

Tanti gli impegni per il paese

Conosciuto da tutti, sempre presente a tutte le iniziative organizzate in paese di cui spesso era tra i promotori. Era presidente della Pro loco quando nel 1979 Villafranca partecipò per la prima volta alle Sagre di Asti, è stato consigliere comunale a Villafranca e a Cantarana e da molti anni era un aiuto prezioso per la comunità parrocchiale come sacrestano a Villafranca, Cantarana e Roatto.

Il suo ultimo regalo è stata la campana del cimitero

Grande appassionato di musica lirica e di campane così come i fratelli insieme ai quali ha deciso di donare una nuova campana per il cimitero di Villafranca inaugurata lo scorso 6 marzo.

Eclettico collezionista

Un uomo eclettico, curioso, da sempre un grande collezionista di storie e di oggetti che aveva raccolto nella sua grande casa. Angelo non aveva figli, ma era molto amato dai giovani del paese che trovano in lui un buon amico con cui condividere passioni e progetti come il viaggio in canoa da Villafranca a Venezia che ha visto protagonisti qualche anno fa due diciottenni  che hanno trovato in Angelo un riferimento e uno sponsor per la loro avventura. Meno di un mese fa una malattia improvvisa e il veloce peggioramento delle condizioni di salute.

Rosario e funerale

Domani, mercoledì, alle 21 nella chiesa parrocchiale di Villafranca la recita del rosario. Il funerale sarà celebrato giovedì alle 10,30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente