La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Ad Asti il film sullo chansonnier e politico Farassino e sulla sua Torino
Cultura e spettacoli Asti -

Ad Asti il film sullo chansonnier e politico Farassino e sulla sua Torino

Mercoledì 7 febbraio farà tappa il tour di presentazione di "Gipo, lo zingaro di barriera" con la regia di Alessandro Castelletto

Gipo, lo zingaro di barriera

Farà tappa anche ad Asti il tour di presentazione del film “Gipo, lo zingaro di barriera”, incentrato sulla figura del poliedrico artista torinese Gipo Farassino (1934 – 2013). L’appuntamento è per mercoledì 7 febbraio alle 21 nella Sala Pastrone del Teatro Alfieri, in via al Teatro 2.

Il film

Il film ha la regia di Alessandro Castelletto ed è prodotto da Fondazione Caterina Farassino e Endeniu con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte – Piemonte Doc Film Fund. Racconta come lo chansonnier abbia segnato profondamente Torino, attraverso le canzoni, il teatro e la politica, contribuendo a quella “tensione artistica” che ancora oggi tutti riconoscono alla città. Nel film c’è il passato e il presente del quartiere di Barriera di Milano in cui Farassino nacque nel 1934, c’è la Torino nascosta e sconosciuta, c’è l’Italia tutta, c’è il Gipo cantastorie, attore, politico, uomo e padre.

Il regista

«Con questo film – commenta il regista – ho voluto raccontare la storia di un uomo, ma soprattutto il mondo del quartiere di Barriera che sta dietro il percorso artistico e umano di Farassino. Fuori dalla retorica e senza la volontà di costruire un mito. Un documentario autentico per riscoprire Farassino, rendergli omaggio, dargli il posto che si merita nel panorama artistico locale e nazionale. La trama del film è costruita intorno a una figura che fungerà da motore narrativo: Luca Morino, noto musicista e leader del gruppo musicale dei Mau Mau, che andrà alla ricerca dei luoghi di Gipo e del suo mondo”.

La presentazione

Alla presentazione interverranno Valentina Farassino, interprete e presidente della Fondazione Caterina Farassino; Alessandro Castelletto, reigsta; e Matteo Ganci, inteprete.
Ingressi: intero 5 euro; ridotto 3.50 euro.
e. f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente