La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Asti Teatro, 39 spettacoli per un festival “aperto”
Cultura e spettacoli Asti -

Asti Teatro, 39 spettacoli per un festival “aperto”

Il cartellone prevede 39 spettacoli, suddivisi in due sezioni intitolate “Nuove Visioni” e “Asti Teatro per la città”

«Un Festival che guarda alla sua storia e si proietta verso il futuro. Con questo obiettivo abbiamo pensato la 39esima edizione di Asti Teatro».

Con queste parole il direttore Emiliano Bronzino presenta il festival che dal 23 giugno al 2 luglio animerà Asti con un ricco cartellone che mette al centro la nuova drammaturgia. Festival che sarà preceduto, venerdì 16 e sabato 17 giugno, dalla finale del concorso Scintille, che vedrà otto compagnie under 35 presentare ”pillole” di spettacoli inediti in cortili del centro storico.

«Sarà un’edizione che si vuole aprire alla città – spiega Bronzino – e per questo cerca nuovi luoghi di rappresentazione e di incontro per il pubblico, spostandosi nelle piazze e nelle strade per essere un festival di tutti, creando momenti di aggregazione non solo per il pubblico ma per tutta la città. Asti Teatro vuole aprirsi anche al di fuori della città e, per questo, cerca strategie di collaborazione con diverse rassegne piemontesi come Il Festival delle Colline, Teatro a Corte e Vignale Monferrato Festival. E questo non solo per condividere pubblico e comunicazione, ma anche per iniziare a costruire una rete possibile tra le principali rassegne piemontesi».

«Inoltre – conclude – sarà una edizione che ricerca la sua identità nelle scelte artistiche che la animano».

Il cartellone prevede 39 spettacoli, suddivisi in due sezioni intitolate “Nuove Visioni” e “Asti Teatro per la città”.

Tra le novità del festival la card “Asti Teatro Under 18” che permette a giovani sotto i 18 anni di avere ingressi omaggio per cinque spettacoli. La card sarà disponibile a partire da oggi (martedì) alla biglietteria del Teatro Alfieri. Info: 0141/399057-399040.

Il programma completo e le informazioni su prezzi e tipologie di abbonamento sono disponibili sul sito internet: www.astiteatro.it.

Elisa Ferrando

Articolo precedente
Articolo precedente