La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Da Paolo Rossi a Burattinarte continuano gli spettacoli di AstiTeatro 40
Cultura e spettacoli Asti -

Da Paolo Rossi a Burattinarte continuano gli spettacoli di AstiTeatro 40

Il festival, che terminerà domenica 1° luglio, comprenderà anche la Maratona Alfieriana

AstiTeatro 40

Continua fino a domenica 1° luglio il festival AstiTeatro, che festeggia la 40esima edizione con un ricco cartellone tra nuova drammaturgia e spettacoli che hanno segnato la storia della rassegna e del teatro italiano.
Diretto da Emiliano Bronzino, il festival è organizzato dal Comune di Asti e rientra nel progetto PATRIC (che ha come maggiore sostenitore la Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2018 del bando Performing Arts) e ha il contributo di Regione Piemonte, Fondazione CrAsti, Fondazione CRT e Ministero dei beni e delle attività culturali.

Le modifiche al cartellone

Dopo l’apertura di giovedì scorso con l’Orchestra di Piazza Vittorio e un ricco weekend di eventi, il cartellone proseguirà in questi giorni con diversi spettacoli, caratterizzato da due modifiche da segnalare: per esigenze tecniche lo spettacolo di Paolo Rossi previsto per mercoledì 27 giugno al Cortile del Michelerio si terrà al Teatro Alfieri, sempre alle 22. Inoltre lo spettacolo “Vad’n Merica” previsto per stasera (martedì) alla Cascina del Racconto è rimandato al 2 luglio, sempre alle 22.

Gli spettacoli dei prossimi giorni

Ecco, quindi, gli appuntamenti fino a giovedì compreso.
Oggi (martedì), alle 19 al Diavolo Rosso di piazza San Martino, Oscar De Summa porterà ad Asti il suo pluripremiato “Stasera sono in vena”, un ironico e amaro racconto in prima persona legato alla sua adolescenza in Puglia negli anni Ottanta.
Alle 21, allo Spazio Kor di piazza San Giuseppe, Umberto Orsini e Giovanna Marini presenteranno “La Ballata del carcere di Reading” di Oscar Wilde, spettacolo con la regia di Elio De Capitani che debuttò ad AstiTeatro27, con cinque ballate composte dalla Marini ad accompagnare Orsini che interpreta i versi di Wilde.
Mercoledì 27 giugno alle 19 al Diavolo Rosso di piazza San Martino, la compagnia CapoTrave presenterà “La lotta al terrore”, testo che affronta temi di grande attualità, dalle tensioni sociali alla paura.
Alle 20.30 in Sala Pastrone andrà in scena, in prima nazionale, Massimo Reale con “L’uomo sottile” di Sergio Pierattini, monologo sul Palio di Siena e sulla figura del fantino, metafora dell’uomo contemporaneo. Alle 22 al Teatro Alfieri grande attesa per Paolo Rossi che porterà ad Asti la nuova tappa del suo viaggio intorno a Molière, “Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles – da Molière a George Best. Quarta stagione completa”: affiancato da Lucia Vasini, Rossi dirigerà attori e musicisti, sempre in bilico tra il dentro e il fuori scena.
Giovedì 28 giugno, alle 20 allo Spazio Kor di piazza San Giuseppe, la Compagnia Frosini/Timpano proporrà in anteprima nazionale “Gli Sposi”, dal testo “Les Epoux” di David Lescot, la storia dell’ascesa al potere dei coniugi Ceausescu, dittatori che per oltre vent’anni hanno seminato la paura tra il popolo romeno. Alle 22 alla Chiesa del Gesù del complesso del Michelerio (corso Alfieri 381) la storica compagnia astigiana Casa degli Alfieri, insieme al Teatro di Dioniso, proporrà la prima nazionale di “Schiaparelli Life” di Eleonora Mazzoni, con Nunzia Antonino e Marco Grossi, per la regia di Carlo Bruni. E’, questo, uno spettacolo sulla vita dell’eclettica stilista italiana Elsa Schiaparelli, famosa alla fine degli anni ’20, protagonista di quella rivoluzione del costume che ancora oggi influenza l’idea stessa di bellezza ed emancipazione femminile.

Le iniziative collaterali

Al cartellone del festival si affiancano numerose iniziative, a partire da AstiTeatro per la città, sezione dedicata alle proposte del territorio con vari spettacoli, tutti fissati per le 22 alla Cascina del Racconto di via Bonzanigo. Questi gli appuntamenti fino a giovedì: mercoledì 27 giugno il concerto della band rock progressive CantinaSociale “Caosfera”, con gli spartiti immaginari di Antonio Catalano (ingresso libero); giovedì 28 giugno “Abbassa la tua radio per favor”, un tributo della Palmarosa Band alla “golden age” della radio (ingresso libero)
Il festival farà poi un’incursione alla Casa Circondariale di Quarto con lo spettacolo “Scappa” di Mimmo Sorrentino che tra oggi e mercoledì porterà in scena il vissuto dei detenuti (evento già tutto esaurito).
Non mancherà il consueto appuntamento con Burattinarte, rassegna internazionale del teatro di figura, che farà tappa giovedì 28 giugno alle 21 in piazza San Secondo e via Garibaldi (ingresso libero). Si comincerà con “L’enorme coccodrillo”, messo in scena da Casa degli Alfieri – Universi sensibili, per continuare con l’esibizione di marionette a filo di Rasid Nikolic, quindi con la parata e il trasformismo su trampoli del “Circo improvviso”.

La Maratona Alfieriana

Da segnalare, poi, l’evento presentato ieri (lunedì) in occasione della conferenza stampa presso il Polo universitario astigiano. Ovvero, la Maratona Alfieriana, organizzata in collaborazione con la Fondazione Gabriele Accomazzo per il Teatro, che da sabato 30 giugno alle 15.30 a domenica 1° luglio alle 16.30 animerà Palazzo Alfieri con una 24 ore itinerante dedicata al poeta impreziosita da letture, momenti musicali e degustazioni di eccellenze dell’enogastronomia locale (ingresso libero). La direzione artistica è di Marco Viecca e Daniela Placci, con la consulenza scientifica di Carla Forno, direttrice del Centro di Studi alfieriani di Asti. Numerosi gli attori coinvolti e i personaggi di spicco che interverranno all’evento.

La mostra

Infine, da ricordare che è stata allestita nel centro storico di Asti, in via Balbo 19, la mostra “Chiamiamolo Asti Teatro!”, con l’obiettivo di creare un percorso che guidi gli spettatori e i cittadini nella storia del festival.
La progettazione e la realizzazione dell’allestimento è curata dagli studenti del Corso di Allestimento e Scenografia organizzato dall’Associazione Craft, residente presso Spazio Kor, che come ogni anno collabora con il Festival. La mostra sarà aperta fino a domenica 1° luglio tutti i giorni dalle 17 alle 24 (ingresso libero).

Biglietti

Biglietti per gli spettacoli: 10 euro intero; 7 euro ridotto (abbonati stagione Teatro Alfieri e over 65, Open card, Kor card); 5 euro ridotto studenti under 25. Abbonamento a 20 spettacoli: 100 euro; abbonamento a 10 spettacoli: 50 euro; speciale abbonamento a 5 spettacoli riservato a ragazzi under25: 20 euro. È disponibile la card “AstiTeatro under18”, riservata ai giovani sotto i 18 anni, che dà diritto a 5 ingressi gratuiti.
È possibile acquistare i biglietti online su www.astiteatro.it e www.bigliettoveloce.it.
Il programma completo è su www.astiteatro.it.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente