La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Gioia, amicizia e talento ad Asti God’s Talent
Cultura e spettacoli Asti -

Gioia, amicizia e talento ad Asti God’s Talent

Una serata divertente e piacevole, dove hanno trionfato la gioia, l’amicizia, l’impegno, il talento e la semplicità. “Ingredienti” che non è facile trovare tutti insieme, e così bene amalgamati, in uno spettacolo

Una serata divertente e piacevole, dove hanno trionfato la gioia, l’amicizia, l’impegno, il talento e la semplicità. “Ingredienti” che non è facile trovare tutti insieme, e così bene amalgamati, in uno spettacolo.

Parliamo di Asti God’s Talent, la sfida, sul modello dei talent show televisivi, che ha visto sul palco di Astimusica, domenica scorsa, sette cori giovanili di altrettante parrocchie astigiane. E che ha visto trionfare, al primo posto delle tre categorie di premi in palio, il coro della Torretta (premio della giuria), quello del Don Bosco (premio del pubblico) e la formazione di Refrancore (premio Gazzetta d’Asti).

Organizzata dalla Pastorale giovanile della Diocesi, guidata da don Rodrigo Limeira, la sfida è stata ospitata per la prima volta nell’ambito del festival estivo cittadino, dopo essersi svolta a Villanova (2015) e al Teatro Alfieri di Asti (2016). Uno spettacolo che ha registrato un notevole successo di pubblico – circa 3.500 i presenti – e che ha potuto contare su una giuria di esperti guidata dal celebre cantautore Paolo Conte, in qualità di presidente, affiancato dal direttore artistico di Astimusica Massimo Cotto, dall’attore Mario Nosengo, da don Carlo Rampone (ex guida della Pastorale giovanile) e da Mauro Tabasso (Sermig di Torino).

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Elisa Ferrando

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente