La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Gli Acerbi nel Far West all’italiana
Cultura e spettacoli Costigliole - San Damiano -

Gli Acerbi nel Far West all’italiana

Lo spettacolo sarà replicato sabato a Costigliole dopo il grande successo ottenuto allo spazio Kor di Asti

Sempre meno “acerbi” e sempre più grandi professionisti, con la continua capacità di rinnovarsi, mettersi in gioco e misurarsi con nuove esperienze artistiche. Il loro nuovo spettacolo rappresenta una svolta e la prima nazionale allo Spazio Kor di Asti (l’ex Giraudi) ha raccolto il tutto esaurito e grande apprezzamento del pubblico. 

Il “Teatro degli Acerbi” sarà nuovamente in scena con il “Wild West Show” questo sabato a Costigliole. Dopo il sold out dei primi due appuntamenti, torna infatti in scena la rassegna “Mezza stagione” al teatro comunale costigliolese e accoglierà la “galoppata” alla rincorsa del mito del West rappresentata dal Teatro degli Acerbi, diretti questa volta dalla prestigiosa regia di Frosini-Timpano.

Massimo Barbero, Patrizia Camatel, Dario Cirelli, Fabio Fassio (autore anche del testo) ed Elena Romano: portano in scena la storia di un viaggio mitico, alla ricerca del west, ma anche alla ricerca della nostra identità. Uno spettacolo travolgente, tra momenti di grande intensità emotiva e parentesi che suscitano divertimento fino alle risate tra il pubblico. Dagli attacchi alla diligenza ai duelli, massacri e poi la fuga da Ringo, il pistolero dagli occhi di ghiaccio. Impareggiabile la rappresentazione della cavalcata che gli attori sanno riprodurre in scena; come magistrale è l’intermezzo del saloon riletto in chiave “ballo liscio” tutto italiano. 

Dal West all’Est: la rincorsa al west si interrompe bruscamente davanti ad un cratere, quando, tra nebbia e fumo, rimane soltanto la tomba di John Wayne e non resta da cercare che la propria identità. “Chi siamo?”. Come ha sottolineato Fabio Fassio, la domanda emerge una sola volta nell’intero spettacolo, ma essa rappresenta il suo filo conduttore.

Marta Martiner Testa

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente