La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > La Carrozzeria Orfeo in scena tra ironia e tragicità
Cultura e spettacoli Asti -

La Carrozzeria Orfeo in scena tra ironia e tragicità

Stasera all'Alfieri proporrà il nuovo spettacolo "Cous Cous Klan"

Carrozzeria Orfeo all’Alfieri

Continua la stagione del Teatro Alfieri con un nuovo appuntamento della sezione “Altri percorsi”.
Stasera (martedì) alle 21 andrà in scena “Cous Cous Klan”, il nuovo spettacolo della Carrozzeria Orfeo, tra le più apprezzate compagnie nelle ultime edizioni di Asti Teatro, dove ha proposto “Animali da bar” e “Thanks for Vaselina”. Scritto da Gabriele Di Luca – che cura anche la regia con Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi – lo spettacolo ha come protagonisti Angela Ciaburri, Alessandro Federico, Pier Luigi Pasino, Beatrice Schiros, Massimiliano Setti e Aleph Viola. Voce fuori campo Andrea Di Casa.

Lo spettacolo

Lo spettacolo è ambientato in un mondo dove l’acqua è stata privatizzata. In un parcheggio degradato sorge una micro-comunità di senzatetto. dove vivono Caio, ex prete nichilista e depresso; Achille, sordomuto e irrequieto; e Olga, obesa e con un occhio solo. E ancora Mezzaluna, il precario compagno di Olga, musulmano immigrato in Italia ormai da dieci anni. Presto alla comunità si aggiungeranno Aldo – un medio borghese che, dopo un grave problema familiare, si è ritrovato a dormire per strada – e Nina, una ragazza ribelle e indomabile, che si rivelerà la chiave per il loro riscatto sociale.
«La comune mancanza d’amore dei protagonisti delle nostre storie – spiegano dalla compagnia – porta i dialoghi all’eccesso e all’isteria, evidenziando gli aspetti tragicomici di esistenze che commuovono e fanno ridere nello stesso istante. I loro tormenti emotivi amplificano il loro aspetto umano, e raccontano una realtà spinta all’assurdo che, però, attiene al nostro quotidiano. Un punto di vista sul mondo e sul presente nel tentativo di non farsi mai imprigionare dalla retorica o da inutili moralismi. Come compagnia, infatti, portiamo avanti da anni un lavoro di costante ricerca sulla mescolanza dei generi, con l’obiettivo di fondere l’ironia alla tragicità, il divertimento al dramma, in una continua escursione fra realtà e assurdo, fra sublime e banale».

Biglietti

Biglietti: 20 euro platea, barcacce, palchi (ridotto 15 euro per possessori Kor Card e tessera plus Biblioteca Astense), 15 euro loggione (ridotto 10 euro per possessori Kor Card e tessera plus Biblioteca Astense). Per informazioni e prenotazioni: 0141/399057.

Clicca qui per ulteriori informazioni sulla stagione teatrale 

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente